spot_img

Catania, De Luca: “Mi volevano in B e in C. Sono innamorato del Sud, Pelligra…”

Giuseppe De Luca vuole trascinare il Catania verso la vittoria. L’attaccante è stato protagonista di un’intervista per i colleghi di City Zone. Qui ha fatto capire chiaramente di essere pronto per la nuova avventura: “Le prime sensazioni sono molto positive, giorno dopo giorno notiamo il calore della tifoseria e non vediamo l’ora di scendere in campo per poter ricambiare l’affetto che stiamo ricevendo. Spero che il Massimino sia pronto al più presto così da poter vivere l’ emozione di giocare con uno stadio tutto esaurito. Siamo ben consapevoli del valore del nostro organico, ma dovremo pensare soltanto partita dopo partita; vincere non è mai facile, non vinci i campionati solo con i nomi di blasone. Bisognerà avere fame, dovremo lottare su ogni pallone, sappiamo anche che tutte le squadre ci aspettano e non vedono l’ora di incontrarci. La batosta di Coppa Italia per esempio dovrà servirci da lezione”.

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Catania, preso Salah: arriva il portiere ex Bayern Monaco

Catania, De Luca e l’impatto con Pelligra

La Zanzara ha parlato anche di Ross Pelligra. Il presidente del Catania è forse la persona che ha colpito di più l’attaccante rossoazzurro: “Mi ha colpito tanto la storia del nostro Presidente, ho percepito l’attaccamento viscerale che ha con questa terra. Ci ha spiegato cos’è la cultura del lavoro e del sacrificio, di come si lotta giorno dopo giorno per arrivare al successo. Per noi è stato un incontro molto importante, sappiamo che lui è vicino alla squadra anche se vive distante. Si vede che si è innamorato di questa città, noi vogliamo ripagare la sua fiducia a suon di vittorie, solo così potremo ringraziarlo”.

De Luca ha scelto Catania più di ogni altra cosa. Anche perchè le proposte per lui non mancavano: “La motivazione principale che mi ha spinto a scegliere il progetto Catania è che è davvero difficilissimo dire di no ad una piazza del genere indipendentemente dalla categoria. Ho avuto delle offerte anche dalla C, una dalla B, ma non mi davano lo stimolo che riesce a darmi Catania. Sono bastate due settimane per concludere il trasferimento”.

Ma perchè proprio Catania? L’ex giocatore di Atalanta ed Entella spiega le motivazioni: “È una piazza che ha tanta voglia di calcio e che vuole tornare nel calcio che conta, sono innamorato delle piazze calorose del sud, secondo me il calcio è della gente. Quando fai gol e senti il boato dello stadio è qualcosa di inimmaginabile, a me viene la pelle d’oca. Il Massimino lo ricordo bene, quando sono venuto da avversario era una bolgia”.

LEGGI ANCHE -> Catania, Carra: “Non siamo la Juventus della Serie D. Stadio a pieno regime, ecco quando”

La Zanzara al top per il Catania

De Luca ha fatto capire di essere finalmente in buone condizioni. Non resta che dare la parola al campo, a partire dalla prima giornata di Serie D del prossimo 18 settembre: “Adesso fisicamente sto bene, ho avuto qualche piccolo problemino fisico al flessore a Triste ma ora sono prontissimo per scendere in campo. È vero, siamo un attacco molto importante, questo serve da stimolo per noi, più competizione c’è, meglio è”.

Quali obiettivi si è posto per sè e per il Catania De Luca? La punta di Angera fa capire di essere pronto a tutto: “È normale che noi attaccanti viviamo per il gol, voglio arrivare in doppia cifra ma per me la cosa importante sarà far gol per far vincere il Catania. Ho giocato in diversi ruoli davanti, mi trovo bene sia da esterno offensivo sia da mezza punta, 4-3-3, 3-5-2 per me fa poca differenza . Sicuramente mi piace giocare vicino alla punta, magari da seconda punta, mi piace attaccare gli spazi, fare combinazioni con il trequartista o con la punta”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli