spot_img

Casertana-Messina, pagelle: Emmausso e Salvo sugli scudi, bene anche Rosafio

È appena terminata la partita tra Casertana e Messina, con un netto 0-2 per la squadra peloritana. I siciliani, nonostante le assenze e un avversario dato maggiormente in forma, vincono in maniera meritatissima. Dominio totale, con l’attacco dei siciliani che fa ammattire la difesa casalinga. Queste le pagelle dei giallorossi al termine di Casertana-Messina.

Casertana-Messina, le pagelle dei giallorossi

La difesa

Fumagalli 6: partita praticamente da spettatore per il portiere giallorosso, chiamato ad un solo intervento importante in tutto il match. Il colpo di testa di Montalto viene respinto alla grande da Fumagalli, che festeggia con un successo anche la prima convocazione del figlio Jacopo tra i pro.

Salvo 7: altra prova maiuscola del numero 21, che mette in campo tanto coraggio e una calma quasi da veterano. Bene sia in copertura, dove ha un cliente scomodo come Curcio, sia in fase offensiva. Strepitoso sull’azione che porta al raddoppio del Messina. Recupero palla, 50 metri di corsa e passaggio perfetto ad Emmausso. Toglierlo dal campo, una volta recuperato al cento per cento Lia sarà complicato.

Manetta 6,5: un muro invalicabile. Montalto è stato cancellato dal campo dal capitano di giornata dei giallorossi. Inoltre, guida perfettamente la linea difensiva, mettendo costantemente in fuorigioco gli attaccanti avversari.

Pacciardi 6,5: il calciatore incerto della prima parte di stagione ha lasciato spazio ad un difensore arcigno. Con Manetta ormai si capiscono al volo e fermano un attacco da 29 gol in stagione.

Polito 6: partita ordinata per il numero 33, che non va in sofferenza pur giocando da adattato a sinistra. Alla fine anche lui è decisivo per contenere al meglio gli attaccanti avversari, apparsi comunque con le polveri bagnate oggi (Dal 70′ Zona 6: non si mette in mostra per particolari giocate. Entra quando il Messina vuole solo gestire il vantaggio).

Il centrocampo

Franco 6: prova di grande solidità del numero 16, che è perfetto nel gestire il pallone e giostrarlo nella propria metà campo. Ingenuo però il giallo che gli impedirà di giocare contro il Taranto settimana prossima. (Dall’86’ Giunta S.V.)

Firenze 7: regista in giornata di grazia. Le sue geometrie permettono al Messina di gestire il possesso per tutta la partita con grande facilità. Inoltre, la sua capacità di verticalizzare in maniera rapida mette in crisi la linea difensiva della Casertana. Ottima partita del numero 5.

L’attacco

Rosafio 6,5: l’intesa con Emmausso e Zunno sembra già molto buona e la sua tecnica in velocità è manna dal cielo per i giallorossi. Dal suo piede parte una parabola beffarda che porterà poi al gol Emmausso. Ma durante il match sfiora più volte la gioia personale. (Dal 77′ Ragusa S.V.).

Emmausso 8: avrebbe meritato anche un 10, perché è stato praticamente inafferrabile per tutta la partita. Suoi i gol che decidono il match. Nel primo è abile di testa a ribattere un pallone vagante in area. Nel secondo sfrutta appieno l’assistenza di Salvo. Ma spreca almeno 3 altri potenziali gol. Prestazione maiuscola. (Dall’86’ Lia S.V.).

Zunno 6,5: il giovane attaccante scuola Cremonese cresce a vista d’occhio in termini di personalità. Non trova il gol ma alla fine è uno dei più dinamici, che tiene in apprensione sino all’ultimo la difesa avversaria. Può essere la sorpresa del girone di ritorno in casa Messina.

Luciani 6: l’unico a deludere un po’ perché è sembrato un corpo estraneo alla manovra del Messina. Ma si sbatte tanto per cercare di fare sponde e difendere palla. Alla fine strappa almeno la sufficienza.

Casertana-Messina, le pagelle: il voto del tecnico giallorosso

Modica 6,5: piano partita perfetto, anche in relazione alle assenze. Il 4-2-3-1 mette in crisi la retroguardia della Casertana, che non riesce a leggere mai le traiettorie disegnate da Firenze. Inoltre, i tre trequartisti sembrano tagliare come lame nel burro all’interno della metà campo avversaria. La sfida tra zemaniani la vince nettamente il tecnico di Mazara del Vallo.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli