spot_img

Audace Cerignola, primo avversario del Messina: Tisci all’esordio sulla panchina

L’Audace Cerignola sarà il primo avversario per il Messina del nuovo corso griffato Giacomo Modica. I siciliani vogliono partire al meglio in questa stagione, dopo anni di sofferenza e salvezze arrivate per un soffio. All’esordio però ci sarà una formazione con quella pugliese, autentica sorpresa nell’ultima annata. I gialloblù riusciranno a confermarsi? In attesa di scoprirlo, vediamo alcune curiosità sull’Audace Cerignola.

LEGGI ANCHE -> Messina, Firenze: “Seguiamo Modica, dobbiamo ricreare entusiasmo”

Audace Cerignola, statistiche sul prossimo avversario del Messina

L’avversario del Messina, ovvero l’Audace Cerignola, non ha una grande tradizione tra i professionisti. Di fatto questo sarà solo il 5° campionato tra Prima Divisione e Serie C. Nel passato, il Cerignola ha disputato 3 campionati in terza serie tra il 1934 e il 1937, centrando quello che è il loro miglior piazzamento in questa categoria (3° nel 1934-35). Da allora molti campionati in Serie D e altrettanti nelle categorie minori. Questo sino alla stagione 2021-22, quando i pugliesi vinsero il loro primo campionato di Serie D.

L’anno scorso in tanti avrebbero scommesso che l’Audace Cerignola potesse lottare solo per la salvezza. Ma i pugliesi, nonostante le difficoltà iniziali, hanno scalato la classifica e si sono attestati tra le prime. Alla fine hanno chiuso quinti, disputando per la prima volta i playoff promozione per la Serie B. Un’esperienza terminata subito, dopo la doppia sfida nel primo turno nazionale contro il Foggia, nonostante una vittoria per 4-1 nella sfida d’andata. Ma il 3-0 dei rossoneri nel match di ritorno ha estromesso i gialloblù dalla contesa.

Tre colpi importanti dal calciomercato per cercare l’impresa

L’Audace Cerignola, pur avendo perso due pedine importanti come Edoardo Blondett e Christian Langella, ha trovato sul calciomercato elementi importanti per rinforzarsi. Dal Catanzaro sono arrivati due elementi come il difensore centrale Luca Martinelli e il terzino sinistro Alberto Tentardini. Giocatori importanti nella promozione dei giallorossi nell’ultima stagione. Inoltre è arrivato un attaccante come Vito Leonetti (Turris) che in Serie C è un’attaccante dai numeri importanti.

Da questo punto di vista il Cerignola non ha voluto lasciare nulla d’intentato per provare a fare un passo in avanti. Nonostante quest’estate abbia detto addio al mister che li ha guidati verso i playoff, ovvero Michele Pazienza. Al suo posto è arrivato l’esordiente Ivan Tisci, che ha allenato in carriera Fasano e Bisceglie in D. In passato Tisci ha però lavorato come collaboratore tecnico Chrstian Bucchi a Benevento ed Empoli. Una scommessa in panchina, cui affidare una squadra che vuole continuare a stupire.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli