spot_img

Atletica, Finali Bronzo per società: il Cus Catania sale di categoria

Il Cus Catania femminile ha vinto la Finale A – Bronzo del Campionato di società assoluto su pista, guadagnandosi, così la promozione nella serie Argento del prossimo anno. Il successo conquistato con merito dalla società etnea allo stadio delle Palme corona una giornata trionfale per l’atletica siciliana che in Umbria festeggia la promozione nella serie Oro maschile del Cus Palermo e della Milone Siracusa. Ultima perla il Cus Palermo donne che viene promosso dalla serie B alla A-Bronzo.

TRIONFO ATLETICA SICILIANA – “Una giornata davvero indimenticabile per lo sport siciliano e per l’atletica in particolare – ha sottolineato il presidente della Fidal dell’isola, Salvatore Gebbia – al successo organizzativo della Finale Bronzo allo stadio delle Palme, corrisponde un grandissimo successo agonistico con Cus Palermo secondo e Milone Siracusa quarto alla Finale Argento. Piazzamenti che consentono alle due società di accedere alla massima serie dell’atletica italiana, ma la festa coinvolge anche il settore femminile con la promozione in finale Argento del Cus Catania che ha confermato tutto il suo valore e la promozione in Finale Bronzo, sempre femminile, del Cus Palermo”.

I PROTAGONISTI – Trascinato dallo straordinario Andy Hernandez (vincitore di triplo e lungo) allo stadio delle Palme hanno festeggiato la promozione in serie Argento tra gli uomini l’Unicusano Libertas Livorno (primo con 168,5 punti), Nissolino sport (151,5), Exprivia Molfetta (147) ed Atletica Malignani Libertas Udine (14,5). Solo quinta l’Atletica Insieme Verona alla quale non sono bastati i 3 successi di Amel Tuka per centrare la promozione. L’atleta bosniaco – medaglia d’argento ai Mondiali di Doha nel 2019 e bronzo a quelli di Pechino del 2015 – dopo aver vinto ieri i 400 m., è salito sul gradino più alto del podio anche nei “suoi” 800 m. e nella staffetta 4 X 400. “La pista di Palermo è davvero straordinaria – ha detto Tuka – il clima è perfetto per l’atletica e sono contento di avere dato un buon contributo alla mia società”.

LEGGI ANCHE -> Osama e Ala Zoghlami: “Grandi emozioni agli Europei, bello gareggiare insieme”

Ad imitare Tuka, sono state tra le donne le sorelle Vandi dell’Avis Macerata: Eleonora ha vinto i 1500 sabato e gli 800 oggi, mentre Elisabetta ieri 400 ed oggi 200. Insieme hanno poi trascinato al successo la staffetta 4 X 400 dell’Avis Macerata con il tempo di 3.56.06. E così come per la società di Tuka, anche per quella delle sorelle Vandi il considerevole contributo in termini di punti non è bastato per la promozione.

Così com’era avvenuto nel triplo, il cubano Andy Hernandez (recente vincitore della Diamond League) ha centellinato le risorse anche nel lungo, gara che ha vinto con la misura di 7.14, appena 4 cm. in più del connazionale Geovanu Paz Soto della Nissolino sport, mentre al terzo posto di è piazzato con 7.05 Daniele Ragazzi della Virtus Emilsider Bologna.

C’è stata gloria anche nei 200 m. per il campione d’Italia e medaglia d’argento ai Giochi del Mediterraneo, Diego Aldo Pettorossi, primo in 20.93.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli