spot_img

Alessandro Livieri al Catania, chi è il portiere: carriera iniziata al Milan

Il Catania ha il suo nuovo “guardiano”: sta per arrivare infatti l’ufficialità dell’acquisto di Alessandro Livieri, portiere proveniente dal Pisa. L’estremo difensore sta per approdare in rossazzurro dopo due anni da secondo in nerazzurro, alle spalle del più esperto Nicolas. Ma nel suo curriculum ha tante partite in Serie C ed è un profilo tecnico adatto per le esigenze tattiche del mister Luca Tabbiani. Livieri arriva ai piedi dell’Etna con la formula del prestito con diritto di riscatto. Scopriamo meglio chi è Alessandro Livieri e cosa potrà dare al Catania con questa scheda.

Chi è Alessandro Livieri, il futuro portiere del Catania

Chi è Alessandro Livieri? Nasce a Milano il 21 gennaio 1997 e cresce calcisticamente nel Milan. Dopo una lunga trafila entra in pianta stabile in Primavera, condividendo lo spogliatoio con Gianluigi Dommarumma, Davide Calabria, Manuel Locatelli e Patrick Cutrone. Gli anni in rossonero si chiuderanno con 25 partite e 31 gol subiti, rimanendo imbattuto per 7 volte. Per lui anche la soddisfazione di essere considerato a lungo il terzo portiere della squadra, sotto la gestione di Sinisa Mihajlovic.

Dopo il Milan, Livieri va alla FeralpiSalò partendo prima da titolare e poi passando al ruolo di secondo portiere. Con i verdeazzurri, l’estremo difensore sfrutta le occasioni concessegli e viene acquistato dal Pisa. I toscani vogliono che il ragazzo si faccia le ossa, girandolo così in prestito a Lecco e Pro Sesto. Con questi si metterà finalmente in luce da titolare, giocando tutte le partite della stagione 2020/21, chiusa con la salvezza. Una stagione chiusa con 43 gol subiti e ben 14 cleen sheet. Poi, come detto, ritorna a Pisa, facendo da secondo a Nicolas. In due anni Livieri giocherà 16 partite tra Serie B e Coppa Italia, mantenendo la propria imbattibilità in 8 occasioni e incassando 13 reti

L’identikit di Livieri

L’identikit di Livieri è quello di un portiere che ha nel suo bagaglio la capacità di impostare la costruzione dal basso. Caratteristica molto importante nell’idea di gioco di Tabbiani. Inoltre serviva un portiere d’esperienza da affiancare a Klavs Bethers, ottimo profilo per il futuro ma che ha ancora bisogno di crescere. Un portiere affidabile al suo fianco potrà dargli fiducia e tanti insegnamenti.

A dare conferma di questa operazione è stato il direttore sportivo del Pisa, Stefano Stefanello. Ecco le sue parole di oggi in conferenza stampa: “Il discorso uscite, sapete meglio di me, è dinamico e imprevedibile. Ad oggi non c’è niente di caldo e concreto. L’unica cosa in via di definizione è la cessione di Livieri a Catania in prestito”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli