spot_img

Stemperini: “Polemica Brunori assurda, ama Palermo. Rinnovo non imminente”

Matteo Brunori in occasione della sfida del Palermo contro il Cittadella è tornato a segnare, interrompendo un digiuno di cinque turni che ha pesato sui risultati dei rosa. Il gol non è stato sufficiente per ottenere la vittoria. Con i patavini, infatti, è arrivato il quinto pareggio consecutivo, ma il bomber ha tirato fuori dal cilindro l’ennesima magia. Una rovesciata valsa il momentaneo 2-2, che ha messo a tacere le polemiche. Nonostante ciò, proprio nell’occasione della rete, Matteo Brunori ha subito un infortunio ed è stato costretto ad abbandonare il campo all’intervallo. La sua presenza col Modena adesso è in dubbio.

È comunque mentalmente una serenità ritrovata per il numero 9, il quale nei giorni precedenti a Cittadella-Palermo aveva deciso di farsi da parte per quel che concerne i calci di rigore. Una scelta che si è rivelata fortunata, dato che dal dischetto è andato a segno il compagno Francesco Di Mariano. Del futuro a breve e lungo termine in rosanero di Matteo Brunori, in una intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Sporticily.it, ha parlato Sandro Stemperini, l’intermediario che ha curato la trattativa per portare il bomber ex Juventus in Sicilia.

Stemperini, le polemiche su Brunori e l’infortunio

Sandro Stemperini si è innanzitutto espresso sulla settimana vissuta dal suo assistito. A partire dall’ultimo atto, il gol e il problema al flessore accusato nell’azione. “È necessario adesso capire quale sia l’entità dell’infortunio subito da Brunori. Probabilmente si saprà qualcosa di più nelle prossime ore, quando verranno fatte le dovute valutazioni. Vederlo in campo già alla prossima partita contro il Modena? La vedo dura, ma aspettiamo. Nella sfortuna abbiamo la fortuna di potere approfittare del turno di riposo per le Nazionali”.

La vigilia della sfida Cittadella-Palermo è stata piuttosto turbolenta, date le critiche arrivate all’italo-brasiliano per i rigori sbagliati. Brunori però ha saputo rispondere sul campo. “Mi sono sembrate assurde le polemiche sul ragazzo, visto quello che ha dimostrato in questi due anni a Palermo. I rigori li sbagliano anche i grandi top player, come Vlahovic e Lautaro Martinez. Le prestazioni del calciatore sono sempre state di alto valore a mio parere. Lavora tanto per la squadra e i suoi gol sono sempre pesanti a livello di punti e al netto dei penalty sbagliati”.

“Insomma ho trovato fuori luogo queste critiche, anche se ci stanno quando si vedono questi errori”, ha ribadito Sandro Stemperini. “Lui da persona intelligente ha fatto un passo indietro, capendo che era il momento di fermarsi un attimo. Magari non era sereno nel tirare i calci di rigore, ma questo non significa che non li tirerà più in futuro. I periodi di calo capitano a qualsiasi giocatore, ma bisogna ricordarsi che è lo stesso Brunori che in finale col Padova ha segnato un rigore che pesava tantissimo”.

Il contratto di Brunori: “Ama Palermo”

In questi giorni il Palermo sta lavorando sui rinnovi dei contratti di scadenza. È in questo modo che ha messo in cassaforte i contratti di Ivan Marconi e Nicola Valente. Inoltre, sta discutendo con gli agenti di Jeremié Broh. Anche su un possibile rinnovo di Matteo Brunori si sono scatenati alcuni rumors su un possibile rinnovo. Sandro Stemperini, l’intermediario che ha curato il trasferimento del giocatore ai rosa, sottolinea però che è ancora presto per parlarne.

“Brunori ha un contratto lungo col Palermo (fino al 2026, n.d.r.). In estate magari ci sarà voglia di rivederlo, ma non credo che sia una cosa imminente. C’è stato un pour parler con la società ma è tutto rinviato”. La volontà del capitano è senza dubbio quella di proseguire la sua storia d’amore a tinte rosanero: “Lui sta benissimo in città, ama Palermo e dà tutto in campo per la squadra. È un sentimento ricambiato anche dalla piazza. C’è tutta la voglia di andare avanti insieme. Anche perché ci sono degli obiettivi importanti: si spera prima o poi di andare in Serie A, è nei progetti futuri di questa società”.

Stemperini sulla stagione di Serie B e i gol

La stagione di Matteo Brunori col Palermo è certamente la migliore della sua carriera in Serie B. In 29 partite ha messo a segno 14 gol, uno in meno del capocannoniere del torneo Walid Cheddira. A questi va aggiunta la tripletta realizzata contro la Reggiana in Coppa Italia. Un rendimento che non sorprende Sandro Stemperini: “È arrivato in cadetteria con la maturità adatta per questo campionato. Quelle che ha vissuto in passato con l’Entella o con altre squadre sono esperienze diverse. Erano formazioni che giocavano in maniera differente, che calciavano poco in porta e facevano molta fatica. Era più sacrificato, quindi non le tengo molto in considerazione”.

La situazione è nettamente cambiata prima alla corte di Silvio Baldini con la promozione in Serie B e ora con la guida di Eugenio Corini. “Col Palermo visto fin dall’anno scorso, invece, ho pensato sin da subito che Brunori potesse fare bene. È quello che sta facendo, con la stima della piazza e della società. Un giocatore che vive in questo clima è più sereno e gli riesce un po’ tutto. Ero sicuro che avrebbe fatto bene e sono convinto che possa ancora migliorarsi. Ha delle intuizioni che si vedono raramente nel calcio italiano e sabato lo ha dimostrato per l’ennesima volta”.

La classifica dei marcatori di Serie B, tuttavia, secondo Sandro Stemperini, non è un’ossessione per Matteo Brunori. “La mia idea è che debba essere l’ultimo dei suoi pensieri. Sarebbe un errore madornale farsi distrarre da questo. Deve piuttosto vivere il momento e pensare al bene del Palermo: solo così farà bene anche lui. Se un attaccante continua a pensare soltanto a essere ai vertici di quella classifica, arriva il momento in cui va in tilt”, ha concluso.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli