spot_img

Regina Mundi in Promozione, Prestigiacomo: “Gruppo e programmazione i segreti”

Buona la prima, verrebbe da dire. Intendiamoci. Non che la promozione del Regina Mundi fosse scritta da qualche parte, indi per cui raccontare di chi ha portato al successo una squadra costruita per puntare al massimo potrebbe anche risultare scontato per certi versi. Non è il caso dei biancazzurri. Perché fare risultato non è mai facile, a maggior ragione se l’obiettivo è degno di nota.

I palermitani hanno già raggiunto matematicamente la vittoria del girone A di Prima Categoria. La formazione biancazzurra è in prima posizione con 57 punti, davanti all’Alcamo 1928 a quota 47 punti. La squadra di Paolo Calafiore ha totalizzato 18 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. La differenza reti è di 80 gol fatti e 22 subiti. Questo è il commento sulla stagione, ai microfoni di Sporticily.it, del ds Gigi Prestigiacomo: “È stata una gran bella cavalcata, rispettando i pronostici. Anche se, essere obbligati a vincere è sempre difficile. La società in estate ha messo in chiaro l’obiettivo di raggiungere la Promozione. L’abbiamo centrato grazie allo staff, ad una dirigenza compatta e un gruppo squadra importante. Possiamo dire che è stato bello. Abbiamo vinto in anticipo, con record di punti, gol segnati (80) e subiti (22). Se pensiamo che l’anno scorso chi ha vinto aveva 48 punti, capiamo bene cosa siamo riusciti a fare noi”.

La nascita del progetto Regina Mundi

Il calcio nel quartiere della Madonna di Tutto il Mondo riparte nel 2019 dalla Terza Categoria, ottenendo il salto in Promozione (matematico) nel giro di quattro anno. Prestigiacomo, direttore sportivo della società, ci racconta la storia del Regina Mundi: “Nasce dalla volontà del presidente Paolo Seidita, figlio del noto Baldo Seidita, di riportare il quartiere della Madonna di Tutto il Mondo nel calcio dilettantistico regionale. Diciamo che è stato spinto dalla volontà di ripercorrere le tappe percorso dal padre in passato. È partito dalla Terza Categoria, in quattro anni ha raggiunto con merito la Promozione, con il sostegno degli sponsor e del patron Pizzimenti (Euro condotti), i quali hanno portato un salto di qualità. Così si spiega la Promozione raggiunta. C’è anche un progetto importante per la prossima stagione”.

I protagonisti della stagione

Dalla solidità in porta di Salvatore Campanella, ai vari Chiazzese, Immesi e Volpe, fino al talento smisurato di Gabriele Daniello passando per i bomber Clemente e Namio. Una Regina Mundi trascinata da veri e propri totem della categoria. Il ds Prestigiacomo ce li racconta così: “Era importante prendere gente abituata a vincere! Non a caso Marco Clemente con noi ha vinto il suo ottavo campionato in carriera. Inoltre, abbiamo costruito un organico mai fatto in Prima Categoria. Per fortuna tra Namio e Clemente sono arrivati la bellezza di 39 gol. I ragazzi non hanno disatteso le attese. Daniello in Prima Categoria? Gabriele lavora nell’azienda del presidente. Rappresenta un valore aggiunto, è un peccato per lui fare questo tipo di campionati. Per questione lavorative ha scelto di restare a Palermo ma è fuori categoria. I veri leader? Il gruppo, che con forza ha voluto vincere il campionato. Leader è Chiazzese, leader è Immesi, leader è Vitale, leader è Campanella. Potrei fare un lungo elenco, per questo preferisco parlare del gruppo. Non voglio sminuire nessuno. Sono state fatte delle scelte su gente abituata a vincere. Che nella Prima Categoria è un fattore fondamentale. Io non l’avevo mai fatto questo campionato. Inizialmente mi dava l’impressione di un dopo-lavoro, invece si è rivelato competitivo e con gente di qualità. Unico handicap l’assenza della terna. Per questo si deve essere proprio forti di gruppo, altrimenti non riesci a stravincere un torneo”.

Dall’inizio in panchina di Prestigiacomo alla poltrona di Ds

L’inizio di stagione al Regina Mundi di Gigi Prestigiacomo è stato nei panni di allenatore, nei quali ha totalizzato 10 punti in 5 partite, vincendone 3 e pareggiandone una. Pesa il ko in casa del Renzo Lo Piccolo alla terza giornata. Poi la separazione, l’arrivo di Calafiore in panchina ed il ritorno nel ruolo di direttore sportivo. Lo stesso ds, ci spiega meglio come sono andate le cose: “All’inizio, l’impegno di fare il doppio ruolo e purtroppo una situazione poco chiara all’interno della società, con qualcuno che era presente, mi ha porto a farmi da parte. Poi, con tanto di ringraziamenti al presidente Seidita ed al patron Pizzimenti, sono rientrato, dopo che loro sono riusciti a fare quadrato in società. Mi hanno richiamato per farmi fare da collante tra società e gruppo squadra. Ho cominciato anche a fare le scelte in autonomia, a differenza di prima, vista la mia carica di allenatore. Queste sono state le situazioni che mi hanno portato alle scelte fatte ed al cambio di ruolo”.

Paolo Calafiore, il condottiero del Regina Mundi

Il subentro di Paolo Calafiore si è subito tramutato in un atteggiamento in campo che non si lascia condizionare eccessivamente dalle variabili tecniche dell’avversario. Lo score attuale del Regina Mundi, infatti, segna 15 vittorie, una sconfitta e 2 pareggi: un bilancio positivo che evidenzia come in un campionato imprevedibile come quello di Prima Categoria, specialmente in un girone A dal tasso agonistico enorme, sia necessario imparare a gestire anche i momenti complicati. Il ds Prestigiacomo, predecessore dell’ex Parmonval, ne ha parlato così ai nostri microfoni: “Paolo Calafiore si è rivelato un profilo fuori categoria. Ha dato serenità e saggezza. Ha dato all’organico quell’impronta di calcio difficile da trovare in Prima. La sua esperienza è stata fondamentale”.

LEGGI ANCHE -> Promozione Sicilia Girone A, risultati 23a giornata: San Vito Lo Capo corsaro a Palermo

Regina Mundi sei in Promozione! Ma non si smette di sognare

La Promozione è stata già raggiunta, ma la stagione non è ancora terminata. Nonostante ciò, in casa Regina Mundi la Prima Categoria è diventata un ricordo. Si guarda al futuro con buoni propositi: “Le ambizioni sono quelle di fare un campionato importante. Il Regina Mundi sarà una matricola, ma grazie ad una società seria ed un progetto serio, si cercherà di creare i presupposti per un campionato di alto livello anche in Promozione. Playoff? Puntiamo almeno ad un posto ai playoff, cercando di fare una squadra all’altezza della situazione. Buona parte di questo gruppo può misurarsi con la Promozione. E’ formato da uomini veri, che si è rivelato fuori categoria. Ci siederemo con il mister a fine stagione e faremo le nostre valutazioni. L’idea è quella di aggiungere elementi che possano fare al nostro caso e che abbiano attaccamento alla maglia, umiltà e che siano uomini”.

La chiosa del ds Prestigiacomo è sulla gente della Madonna Tutto il Mondo: “Io non sono di questo quartiere, ma ho imparato ad apprezzare l’affetto e la passione della gente del quartiere. A inizio anno c’è stata una festa, dove mi sono preso l’impegno davanti a tutti di portare questa squadra in Promozione. Sono felice di averlo mantenuto e di averli fatti gioire. Per quanto concerne il quartiere – molto popoloso – mi auguro in futuro possa essere più presente e partecipe nei confronti della squadra”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli