spot_img

Perugia-Palermo, le pagelle: disastro Mateju, Valente tra i migliore

Il Palermo si presenta al 2023 con una prestazione sottotono, che fa leva solo sulla caparbietà di alcuni singoli. Alla fine è 3-3 col Perugia, ma nel primo tempo i rosanero appaiono totalmente nel loro mondo. Distratti, lenti, impacciati, il Palermo subisce costantemente gli avversari in questa frazione, ma ha la fortuna che Nicola Valente e Matteo Brunori rimangono concentrati sulla partita. Il pareggio forse sta stretto ai padroni di casa, certamente non agli uomini di Eugenio Corini. Queste le pagelle dei giocatori rosanero per Perugia-Palermo.

LEGGI ANCHE -> Palermo, a Perugia ti salva Brunori: pareggio rosa nel finale

Perugia-Palermo, le pagelle rosanero

Pigliacelli 6: sul primo gol non pare esente da colpe visto che tenta invano di coprire il suo palo senza uscire su Di Serio. Poi si riscatta con qualche buon intervento, ma non può nulla sugli altri gol subiti. Da rivedere la gestione della costruzione dal basso.

Marconi 6,5: l’unico a salvarsi nel reparto difensivo oggi. Mette a disposizione tutta la sua esperienza per chiudere le sortite che arrivano dal suo lato. Stacco da manuale il suo sulla punizione di Valente per accorciare le distanze. (dal 82′ Bettella S.V.)

Nedelcearu 5: giornata decisamente negativa per il centrale rumeno. Sulla prima segnatura è autore di un goffo tentativo d’intervento che non va a buon fine, liberando spazio a Di Serio. Ma durante tutto il match non da le giuste certezze al reparto.

Mateju 4.5: è tornato il calciatore quanto meno impreciso delle prime giornate. Forse non è un caso che i tre gol del Perugia siano arrivati da quella corsia. Manca filtro a centrocampo e Nedelcearu come detto non è in giornata, ma il ceco ci mette tanto del suo.

Sala 5.5: troppo impreciso oggi il numero 3 rosanero, anche se di palloni che possano innescare la sua corsa ne arrivano pochi o nulla.

Saric 6,5: con Marconi e Valente è il migliore in campo. Salta con facilità l’uomo e in qualche occasione tenta anche la giocata in verticale. Ma oggi sembrava predicare nel deserto. I segnali di crescita continuano e sono di buon auspicio (al 78′ Vido S.V.: niente da segnalare in 12 minuti dove il Palermo doveva trovare il pareggio)

Gomes 5: partita da incubo per il centrocampista, anche se il rigore dato al Perugia pare quanto meno generoso. Ma per come si muove in campo e non riesce a dirigere il gioco pare solo lontano parente di quello visto nei primi mesi in rosanero. Quando servir (dal 82′ Damiani S.V.)

Segre 5,5: partita anonima per la mezzala, autore nelle ultime partite del 2022 di due reti pesanti. Oggi invece non si è visto in area avversaria, mancando di dare il suo solito apporto in fase di copertura. (dal 65′ Broh 6: maggiore sostanza quando entra in campo)

Valente 6,5: non preciso in fase di copertura, molto meglio in fase propositiva dove cerca linee alternative per inserirsi in area. Alla fine è decisivo visti i due assist e un gol fortunoso che tengono a galla il Palermo.

Di Mariano 5,5: un po’ come altri compagni non è al massimo della forma. Non si vede la sua solita corsa e neanche dei passaggi precisi per Brunori. Da rivedere. (dal 65′ Soleri 5,5: si vede poco ma un Palermo in confusione non aiuta la manovra offensiva)

Brunori 6: partita da latitante per 90 minuti compensati da un gol che vale oro. Non è assistito dai compagni ma ci mette del suo, con tanta imprecisione nelle assistenze a Soleri. Sarebbe stata una partita insufficiente ma il gol lo riabilita.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli