spot_img

Palermo, Zauli: “Ranocchia? Dinamismo e gol per Corini, mi ricorda Mutarelli”

Lamberto Zauli racconta Filippo Ranocchia, nuovo centrocampista del Palermo. L’attuale tecnico del Crotone ha allenato il classe 2001 prima alla Juventus Primavera e poi alla Juventus U23, in Serie C. “Io l’ho conosciuto a Torino quando era ancora un ragazzino, mi fa piacere che sia approdato a Palermo e non posso che fare il tifo per lui”, ha affermato in un’intervista concessa in esclusiva ai microfoni di Sporticily.it.

Zauli presenta Ranocchia: le qualità del nuovo centrocampista del Palermo

Le caratteristiche di Filippo Ranocchia sono piuttosto peculiari secondo Lamberto Zauli, che conosce bene il giovane centrocampista del Palermo. “È un giocatore di grande dinamismo e con molta forza nelle gambe, oltre ad avere inserimento e tiro. Con la Juventus U23 ha segnato diversi gol, sa calciare bene con entrambi i piedi. Nel reparto di mezzo può fare più ruoli. È bravo sia in costruzione che in avanti. Io penso che il gol per un centrocampista sia sempre una qualità da poter sfruttare”, ha sottolineato.

Le doti sul campo non sono però le uniche di cui il classe 2001 dispone. “In più, è umile, per cui sa stare al meglio nelle dinamiche di squadra. Pensando al mio Palermo, lo paragonerei a Massimo Mutarelli (in rosanero dal 2002 al 2006, ndr). Nonostante la giovane età, ha già fatto diverse esperienze ed è cresciuto molto rispetto a quando era in bianconero con me, sia fisicamente e tecnicamente che per personalità. Si è sempre allenato con grande umiltà, è una delle sua qualità migliori”, ha aggiunto.

Ranocchia alla corte di Corini: futuro in rosanero

Lamberto Zauli non ha dubbi in merito al fatto che Filippo Ranocchia potrà fare bene al Palermo. La scelta di lasciare l’Empoli, dove si trovava in prestito dalla Juventus, e di scendere di categoria per vestire la maglia rosanero, agli occhi dell’allenatore del Crotone, è stata azzeccata. “È un ragazzo che ha già fatto e potrà fare la Serie A. Anch’io, come lui, ho fatto il passaggio a ritroso dalla Serie A alla Serie B. Palermo è una piazza da massima categoria, anche se è iscritta al campionato cadetto. Sarà una bellissima parentesi anche per lui. Non penso che scendere di categoria lo condizioni”.

Il centrocampista, da parte sua, non vede sicuramente l’ora di scendere in campo, anche se dovrà farsi spazio nelle gerarchie del club di Viale del Fante. “Per lui è importante trovare continuità per continuare a crescere. La Serie A arriverà, magari con la maglia del Palermo. Giocare in una piazza così importante, dove si punta a un campionato di vertici, vuol dire avere delle pressioni. Chi vuole fare il calciatore vero, ci deve stare dentro. Ranocchia ha la personalità giusta per giocare in una piazza esigente come quella siciliana”, ha proseguito.

“Il tecnico Eugenio Corini, che è stato un grande centrocampista, avrà tanto da insegnargli. Ranocchia – conclude Lamberto Zauli – è pronto per fare il titolare a Palermo, anche se i rosanero in reparto hanno tanta qualità. In un club come questo, che punta la Serie A, la competizione interna è tanta. Sta ai giocatori cercare di vincere il duello per ottenere più presenze possibili”. 

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli