spot_img

Palermo-Reggina, le pagelle: Mateju un leone, Brunori-Soleri da impazzire

Il Palermo continua la propria striscia positiva, i rosanero si impongono 2-1 contro la Reggina (23a Serie B) trovando così il nono risultato utile consecutivo e la terza vittoria di fila. Un successo di grande importanza quello ottenuto dagli uomini di mister Corini che al momento si godono la sesta posizione in classifica con 34 punti, a -6 dal Genoa secondo e venerdì ci sarà proprio la sfida contro i rossoblu.

Palermo-Reggina, le pagelle dei rosanero

PIGLIACELLI 6 – Ordinaria amministrazione per l’estremo difensore del Palermo che non è troppo impegnato dagli attaccanti della Reggina, non sbaglia un’uscita e regala serenità all’intera retroguardia. Sul gol della Reggina non può nulla.

MATEJU 7 – Partita di grande sofferenza per il difensore ceco che deve vedersela in diverse occasioni con la rapidità di Rigoberto Rivas, riesce a disimpegnarsi sempre in modo efficiente. Ha il grande merito di rubare palla sulla ripartenza della Reggina e di fornire l’assist decisivo per il gol di Soleri.

NEDELCEARU 6 – Offre tendenzialmente una prestazione senza sbavature, ha la colpa di rinviare male la sfera sull’azione che porterà al pareggio della Reggina.

MARCONI 6 – Il difensore rosanero non sbaglia praticamente nulla, la sfortuna vuole che il tentativo di rinvio da parte di Broh lo colpisca costringendolo così a commettere autorete.

VALENTE 6 – Il laterale rosanero disputa la solita partita di sacrificio coprendo la fascia di appartenenza, nel corso del primo tempo ha l’occasione buona sul destro ma non la sfrutta a dovere. (DALL’84’ GRAVES S.V. – Il nuovo centrale si presenta al “Barbera” e aiuta i suoi negli ultimi minuti di gioco).

SEGRE 6 – Non era al meglio e si è visto, solito impegno profuso per l’ex centrocampista del Torino che non si risparmia ma dopo 45′ deve abbandonare il campo per lasciare spazio a Valerio Verre. (DAL 46′ VERRE 6 – Sostituisce l’acciaccato Segre e regala più muscoli al centrocampo rosanero, qualità e quantità al servizio della squadra).

DAMIANI 6.5 – L’ennesimo plauso per il giovane centrocampista del Palermo che non sbaglia praticamente nulla e gestisce in modo impeccabile la sfera. (DAL 64′ BROH 6 – Recupera una serie di palloni a centrocampo e fa partire in varie occasioni la squadra in contropiede, ha la sfortuna di provocare l’autorete di Marconi).

SARIC 6.5 – Partita sontuosa quella disputata dal calciatore bosniaco che si è ufficialmente impossessato delle chiavi del centrocampo rosanero.

SALA 6.5- Prestazione di livello quella offerta dall’esterno che corre come un forsennato fino al 97′ recuperando una serie illimitata di palloni conquistandosi anche gli applausi del “Renzo Barbera”.

DI MARIANO 5.5 – Non riesce a incidere offensivamente parlando, sull’1-0 avrebbe anche l’occasione per raddoppiare ma spreca tutto sparando alto sopra la traversa. Troppo impreciso. (DAL 77′ TUTINO 5.5 – Il suo ingresso in campo dopo il pari della Reggina vivacizza l’attacco rosanero, l’insufficienza per quel rigore calciato con troppa sufficienza).

BRUNORI 7.5 – Solita partita pazzesca quella del bomber rosanero che a inizio ripresa si procura e trasforma un calcio di rigore che gli permette di salire a quota 13 reti in campionato. (DAL 77′ SOLERI 7.5 – È tornato a gioire sotto la curva dopo troppo tempo, realizza un gol alla Van Basten e si procura un rigore da attaccante vero. Il Palermo ha ritrovato il vecchio Edoardo Soleri).

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli