spot_img

Palermo-Modena (risultato 5-2): i rosa tornano a vincere, è Soleri show

Il Palermo torna alla vittoria dopo cinque pari consecutivi, battendo il Modena col risultato finale di 5-2. È stata una prestazione di sangue e sudore per i rosanero, che nonostante fossero andati sotto all’inizio del match non si sono mai abbattuti. Salvatore Lanna, chiamato a sostituire in panchina lo squalificato Eugenio Corini, ha dovuto fare i conti con diverse assenze. L’attacco è rivisitato dato l’infortunio di Brunori, con in campo Soleri e Tutino e alle spalle un Verre particolarmente affamato. È un inedito schieramento che funziona, dato che tutti e tre vanno a segno. Anche i cambi, con gli ingressi di Vido e Segre, danno i loro frutti. I Canarini di Attilio Tesser, che per diversi minuti avevano assaporato il trionfo, si sono dovuti arrendere al “Barbera”.

Il Palermo nell’anticipo della trentesima giornata del campionato di Serie B conquista i tre punti e vola al settimo posto con 42 punti, gli stessi del Cagliari.

Palermo-Modena: all’intervallo risultato sull’1-2

È un avvio da incubo per il Palermo anche nella gara odierna contro il Modena. Il vantaggio degli ospiti arriva infatti a solo quattro minuti dal fischio di inizio. I rosanero, che si erano avvicinati in area avversaria, subiscono un contropiede a firma di Strizzolo, che dopo essere stato servito da Tremolada si ritrova davanti a Pigliacelli e lo scavalca con un tocco. È molle la contrapposizione di Nedelcearu, che fa poco per ostacolare il suo tiro, e in generale della difesa di casa che non si sovrappone.

Il gol rompe gli indugi e le due squadre iniziano ad affrontarsi a viso aperto, con i ritmi che si alzano. All’8′ arriva la reazione del Palermo, che intercetta un passaggio al limite dell’area sbagliato dai Canarini. Verre recupera il pallone e serve Tutino, che batte il portiere avversario. La posizione del numero 7 però è in fuorigioco di diversi metri. Il guardalinee non esita ad alzare la bandierina. Il reparto avanzato della squadra di Salvatore Lanna è propositivo, ma la difesa fa fatica a reggere le insidie avversarie.

Al 10′ è ancora pericoloso il Modena con un cross preciso di Oukhadda. In area ci sono due compagni ma nessuno dei due riesce a intercettare il pallone. Due minuti dopo arriva però la vera prima occasione da gol per il Palermo. Soleri viene servito in area da Gomes, ma è accerchiato da tre difensori avversari. Dopo essersi smarcato fine sfodera un tiro debole che si spegne a lato del palo. Il numero 27 chiede un calcio d’angolo, ma la deviazione non c’è stata.

L’appuntamento con il gol del pari è però soltanto rimandato. Il cronometro continua a scorrere con pochissimi momenti di pausa. Entrambe le squadre continuano a cercare ossessivamente la rete. Il Modena per raddoppiare, il Palermo per riagganciarla. Ad avere la meglio al 25′ sono i padroni di casa. A firmare l’1-1 è Tutino, che viene servito da Soleri e scaraventa una bomba in rete. A rendere ancora più imparabile il tiro agli occhi di Gagno è una deviazione di un giocatore avversario.

Il pari però dura poco. Al 30′ infatti i Canarini tornano in rete proprio nel momento migliore per gli uomini di Salvatore Lanna. È ancora l’intesa tra Tremolada e Strizzolo a fare male ai rosanero. Cross dalla sinistra del numero 10 e colpo di testa ben indirizzato dell’autore della doppietta. È così che il Palermo è nuovamente costretto a rincorrere. A provarci è la coppia inedita composta da Tutino e Soleri, ma le loro idee non trovano concretezza. Il primo tempo di Palermo-Modena si chiude sul risultato di 1-2.

Palermo-Modena: risultato finale 5-2

Le due squadre rientrano in campo al termine dell’intervallo con gli stessi undici del 1′. I ritmi sono fin da subito scoppiettanti come era stato nel primo tempo. Tant’è che in avvio di ripresa il risultato di Palermo-Modena torna subito sulla parità. Alla prima occasione utile, Valente mette un cross dalla destra e trova la testa di Soleri, che spedisce il pallone in rete. A segno entrambe le punte rosanero.

Il tabellino dei marcatori tuttavia sembrerebbe essere destinato a riempirsi ulteriormente. Al 9′ minuto infatti il Modena era riuscito a riportarsi nuovamente in vantaggio, con Ponsi che serve Falcinelli. Il suo tiro finisce in rete, ma il guardalinee segnala una posizione di fuorigioco del numero 3 e annulla la rete. Un check del VAR conferma l’offside. Si riparte dal 2-2. Il mancato vantaggio dei Canarini però entusiasma i padroni di casa.

Al 56′ infatti è il Palermo a passare in vantaggio, sfruttando un clamoroso errore degli avversari. In area gialloblù arriva infatti un pallone a scavalcare di semplice lettura, con Oukhadda che protegge l’uscita di Gagno. Il portiere ospite tuttavia resta a metà strada. Ad approfittarne è Verre, che si infila, lo anticipa e spedisce il pallone in rete.

È un momento d’oro per i rosanero, che dopo soli tre minuti allungano ulteriormente. Al 59′ un giocatore gialloblù commette fallo su Verre, ma l’arbitro lascia correre in virtù del vantaggio. A recuperare il pallone è Tutino, che affonda a destra e crossa nell’area di competenza di Aurelio. Il numero 31 scatta alle spalle del terzino avversario e realizza il suo primo gol con la maglia rosanero.

È arrivato intanto il tempo delle prime sostituzioni. Tra gli ospiti Tremolada lascia il posto a Giovannini, esce anche Armellino per Duca. Adesso è il turno del Modena di spingersi in attacco, dati i due gol di svantaggio. Il Palermo invece fa uscire Saric, appena ammonito, e mette dentro Segre. Poco dopo altro doppio cambio: dentro Vido e Damiani al posto di Tutino e Verre.

I cambi di Salvatore Lanna sono subito proficui. Al 77′ infatti Segre sfugge a un avversario e serve Vido in area, il quale viene atterrato da Ponsi. Il direttore di gara non esita a fischiare il calcio di rigore. Il Palermo non ha i suoi rigoristi di fiducia: assenti infatti Brunori e Di Mariano, con anche Tutino e Verre che hanno già abbandonato il campo. A piazzarsi dal dischetto è dunque proprio il numero 19, che si è guadagnato il penalty. L’attaccante di fronte a Gagno non sbaglia. Adesso sono tre i gol di scarto.

Dopo la rete cambia ancora il Modena, che ha una decina di minuti per provare a rientrare in partita. Escono Falcinelli e Ponsi per Mosti e Renzetti. Nel Palermo invece nel finale entrano Broh e Buttaro per Valente e Nedelcearu. I rosanero non sono ancora sazi di gol e prima della fine dei tempi regolamentari ci provano ancora. Prima con una sforbiciata di Soleri, poi con un tiro dalla distanza di Vido. Entrambi però non trovano la doppietta.

Al 90′ mister Attilio Tesser mette dentro De Maio al posto di Pergreffi. Le sostituzioni degli ospiti però non si sono rivelate efficienti. Nel recupero i Canarini infatti continuano a far fatica a fermare la furia avversaria, tanto che anche Strizzolo si prende un giallo. Alla fine il Modena deve arrendersi, il Palermo vince in rimonta con il pirotecnico risultato di 5-2. I tre punti sono preziosi per i rosanero, che potranno volare a Girona in ritiro col sorriso.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli