spot_img

Palermo Modena (risultato 4-2), highlights: Soleri la vince e allontana il mercato

Il Palermo conquista la prima vittoria del 2024 battendo il Modena sul risultato di 4-2. La firma è di Edoardo Soleri, che entra nel secondo tempo e la risolve, allontanando i rumors di mercato che lo vedevano proprio coi Canarini. È una squadra che soffre nel corso dei 90′, manifestando le difficoltà che hanno caratterizzato anche il girone di andata. Alla fine però nella ventunesima giornata di Serie B i rosanero portano i 3 punti a casa e possono ancora ambire a un posto ai piani alti della classifica. Senza rinunciare però al loro bomber dalla panchina.

Palermo Modena, le formazioni ufficiali

Il Palermo esordisce al “Renzo Barbera” nel nuovo anno con una formazione rimaneggiata. Il tecnico Eugenio Corini deve fare i conti con il mancato ritorno di Lucioni a causa di un nuovo infortunio. È per questo motivo che la difesa, davanti a Pigliacelli, è ancora composta da Graves, Nedelcearu, Ceccaroni e Lund. A centrocampo non è ancora al meglio Coulibaly e anche il nuovo arrivato Ranocchia resta in panchina. È squalificato Stulac. I titolari sono dunque Segre, Gomes ed Henderson. Non cambia nulla in avanti, con il trio formato da Insigne, Brunori e Di Francesco.

Nel Modena invece non ci sono grandi novità rispetto alle sensazioni della vigilia. Paolo Bianco, che non vince ormai da cinque partite consecutive, si rifugia nel suo consueto 4-3-1-2. In difesa, davanti a Gagno, ci sono l’ex Corrado e Ponsi sulle fasce, con Pergreffi e Zaro in mezzo. Il trio di centrocampo è composto da Magnino, Gerli e Battistella. In avanti Tremolada guarda le spalle a Manconi e Gliozzi.

Palermo Modena, risultato sul 2-1 al 45′

Al “Renzo Barbera” il Palermo si trova di fronte al Modena, una squadra che fa fatica a segnare e subisce tanti gol. Lo specchio del primo tempo è racchiuso proprio in questa statistica. Dopo un avvio equilibrato ma senza grandi squilli, gli uomini di Eugenio Corini riescono infatti subito a sbloccare il risultato sugli sviluppi del calcio di punizione. Il pallone viene recuperato sulla destra da Insigne, che serve dall’altra parte Henderson. Lo scozzese, con Gagno piazzato male, la mette in mezzo. È qui che trova bomber Segre, che di testa non sbaglia. È il suo quinto gol della stagione. 

La compagine di Paolo Bianco prova a reagire e la sua prestazione è in crescendo, anche se fa fatica a concretizzare le manovrate e lunghe azioni offensive. La strategia è sempre la stessa: cross da sinistra con la speranza di trovare qualcuno in mezzo. Dopo innumerevoli tentativi, alla mezz’ora, i gialloblù trovano il buco nella difesa avversaria. Su un assist di Ponsi arriva il colpo di testa di Battistella, che si alza più di tutti e va a spedire il pallone in rete, sotto gli occhi di un incolpevole Pigliacelli.

Il Palermo prova subito a reagire su un pallone in profondità, con Brunori che fa sponda per Di Francesco. L’esterno da posizione defilata tenta il tiro, ma spedisce la sfera alta. L’appuntamento col gol è però soltanto rimandato. I rosanero sfruttano infatti un passaggio in verticale di Ceccaroni per Brunori. Il capitano si smarca da Pergreffi, si gira e calcia in porta, beffando Gagno. Il VAR fa un check per un potenziale fallo dell’attaccante sull’avversario, che era rimasto a terra, e su una possibile posizione di fuorigioco, poi convalida il gol.

Nel finale gli ospiti cercano di riportare l’equilibrio approfittando di una serie di calci d’angolo battuti da Tremolada. In occasione del più pericoloso il numero 10 gira la sfera direttamente in direzione della porta dove Pigliacelli compie una bella parata per toglierla dalla testa di Battistella. Poco dopo ci riprova, ma in quella zolla non trova nessuno. Il primo tempo si chiude con le proteste di Brunori per un contatto in area con un avversario, ma nulla da fare. Il direttore di gara non concede il calcio di rigore. Il risultato di Palermo-Modena all’intervallo è di 2-1.

Palermo Modena, risultato finale 4-2

Al rientro in campo Paolo Bianco cambia subito i connotati del suo Modena. Esce Magnino per lasciare il posto a Strizzolo. Il numero 32 dopo una decina di minuti ci prova in rovesciata, ma senza inquadrare la porta. Anche Eugenio Corini intanto mette in atto le prime sostituzioni: nel Palermo dentro Di Mariano e Vasic per Insigne ed Henderson. E ancora cambi anche negli ospiti: Abiuso, Riccio e Bozhanaj rilevano Tremolada, Ponsi e Gliozzi. Il primo quarto d’ora del secondo tempo è di rodaggio.

Dopo essersi sistemato in campo, però, al 60′ il Modena riesce ad agguantare il pari. Il gol del 2-2 arriva su un calcio di punizione, su cui Bozhanaj guadagna qualche metro per la battuta. Il direttore di gara lascia correre. Sugli sviluppi Battistella calcia ma trova la pronta respinta di Pigliacelli. Il portiere fa quel che può mettendola a lato, dove però c’è il neoentrato Abiuso che la spinge in rete da due passi. Le sostituzioni di Paolo Bianco hanno portato gli ospiti al risultato sperato, mentre il Palermo ora appare più farraginoso e privo di idee.

Al 72’ i rosanero rischiano di combinarla grossa. Su un tiro di Battistella dalla distanza, Piglaicelli non riesce a trattenerla e respinge al centro, dove per poco non si avventa Strizzolo. La difesa ci mette una pezza. Il tecnico Eugenio Corini prova allora a dare una scossa alla partita con altri cambi: entrano Soleri e Aurelio al posto di Di Francesco e Lund. I padroni di casa provano a rendersi pericolosi su un calcio d’angolo, con Vasic che colpisce la traversa. Negli ospiti intanto dentro anche Palumbo per Manconi. I siciliani continuano a provarci di testa ma anche il tentativo di Brunori su assist di Di Mariano all’83’ va a vuoto. È l’ultima azione del capitano, che lascia il posto a Mancuso.

L’occasione più grande per riportarsi in vantaggio il Palermo ce l’ha all’85’. Ceccaroni dalla sinistra mette un pallone all’indirizzo di Soleri, che si ritrova davanti al portiere ma viene respinto. La sfera finisce al centro dove c’è Nedelcearu, che colpisce di testa. Il difensore si infrange sul muro della difesa avversaria, con la sfera che si ferma sulla linea di porta. Mancuso è nei paraggi ma non riesce a metterla dentro. È solo però questione di pochi secondi. All’87’ infatti Segre offre un passaggio d’oro in profondità per Soleri, che si infila in mezzo a due avversari e in scivolata supera Gagno, mettendola in rete. È il numero 27 a risolverla. Nel finale c’è anche spazio per la doppietta in contropiede su uno scambio con Mancuso. Il risultato finale di Palermo Modena è di 4-2.

Palermo Modena, gli highlights

Di seguito, appena disponibili, gli highlights di Palermo Modena, gara valida per la ventunesima giornata del campionato di Serie B.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli