spot_img

Palermo, infortunio Brunori: è distrazione muscolare, tempi di recupero. 4 out in allenamento

Infortunio di Matteo Brunori non di poco conto. Il centravanti e capitano del Palermo ha riportato una distrazione muscolare di primo grado al semitendinoso della coscia destra. Un problema che potrebbe costringere il numero 9 a saltare la prossima sfida dei rosanero. Venerdì 17 marzo, infatti, la formazione guidata da Eugenio Corini sarà impegnata contro il Modena.

Il Palermo potrebbe dunque fare a meno del suo giocatore più rappresentativo in vista dell’ultima partita prima della sosta. Dopo il match contro i canarini, infatti, il campionato di Serie B si fermerà. Al di là di tutto, per Brunori questo infortunio rapptesenta una novità. Il cannoniere dei rosanero ha giocato senza sosta praticamente dall’inizio della sua avventura in Sicilia, avviata nell’estate del 2021.

LEGGI ANCHE -> Palermo, Soleri: “Col Modena per la vittoria. Piazza sogni, crediamo a playoff”

Infortunio Brunori, il report medico del Palermo

Questo è quanto ha scritto il Palermo a margine della seduta svolta oggi al “Tenente Onorato”:

A Boccadifalco la squadra ha lavorato divisa in due gruppi: un gruppo ha svolto un lavoro di attivazione e mobilità, un lavoro intermittente ed un circuito tecnico; un gruppo ha svolto un lavoro di attivazione e mobilità, un circuit training in palestra e cambi di direzione con tiri in porta.

Nella giornata di oggi quattro calciatori sono stati sottoposti ad indagini strumentali, che hanno evidenziato:

  • Bettella: distrazione muscolare di primo grado all’inserzione del tendine del bicipite femorale sinistro;
  • Brunori: distrazione muscolare di primo grado al semitendinoso della coscia destra;
  • Orihuela: irritazione da sovraccarico su una pregressa cicatrice all’adduttore della coscia destra;
  • Sala: ematoma post contusivo da trauma diretto sul vasto esterno della coscia sinistra.
    I quattro calciatori hanno proseguito il percorso fisioterapico.

Lavoro differenziato programmato, invece, per Jeremie Broh e Francesco Di Mariano.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli