spot_img

Palermo, il Renzo Barbera torna fortino: 4 vittorie di fila mancavano da Baldini

La vittoria sul Bari per 3-0 non ha regalato solo 3 punti d’oro al Palermo in ottica rincorsa verso la Serie A. Il successo ha anche certificato un rapporto ritrovato tra i rosanero e lo stadio Renzo Barbera, tornato ad essere un fortino inespugnabile. Infatti, se a inizio stagione i siciliani faticavano tra le mura amiche, adesso sembrano aver ritrovato il giusto feeling con la città. Tanto che il Palermo ha centrato al Renzo Barbera la quarta vittoria di fila, grazie ai successi con Pisa, Cremonese, Modena e, appunto, Bari. Una cosa simile non succedeva dal febbraio 2022, annata culminata con la promozione dalla Serie C alla B con Silvio Baldini in panchina.

Palermo, al Renzo Barbera inizio stagione complicato

Quest’anno lo stadio Renzo Barbera ha accolto quasi sempre un grandissimo numero di tifosi del Palermo. Basti pensare ai 12.603 abbonati e alle diverse partite in cui si è superata quota 20.000 spettatori. Numeri importanti in termini di affluenza, nonostante le carenze di un impianto che avrebbe bisogno di numerosi lavori di ristrutturazione. Eppure, nonostante questo calore, i rosanero non hanno cominciato al meglio la loro stagione tra le mura amiche.

Sono in tutto 5 le vittorie centrate nel girone d’andata dal Palermo, ma nessuna di queste è arrivata in fila all’altra. Anzi, i rosanero hanno inanellato nello stesso girone 3 sconfitte consecutive, con Lecco, Cittadella e Catanzaro (in realtà interrotte dalla vittoria sul Brescia, ma si trattava di recupero della seconda giornata). Sconfitte che hanno messo in crisi il rapporto tra squadra e pubblico, oltre che fatto precipitare i siciliani tra il settimo e l’ottavo posto.

LEGGI ANCHE -> Risultati Serie B oggi: successo Sudtirol ad Ascoli, Palermo quinto in classifica

Tanti scontri diretti in casa: il Barbera fondamentale in ottica promozione

Come detto, però, ora le cose sembrano cambiate. I successi conquistati a cavallo tra fine dicembre e inizio febbraio hanno portato in dote 12 punti importantissimi per il Palermo in ottica promozione. Una cosa successa anche a cavallo a tra febbraio e marzo 2022, quando anche quella volta i rosanero erano impegnati in una rimonta per scalare la classifica. Gli uomini di Silvio Baldini (allora da poco tornato ad allenare in Sicilia) vinsero consecutivamente con Taranto, Monterosi, Juve Stabia e Turris.

Successi che si rivelarono decisivi perché i rosanero centrassero il terzo posto, fondamentale poi nella lotteria dei playoff. In parallelo, guardando il calendario del Palermo nelle prossime 5 partite allo stadio Renzo Barbera, ci sono le sfide con Como, Ternana, Venezia, Sampdoria e Parma.

Almeno 3 scontri diretti, più la partita coi doriani, che ha sempre grande fascino dalle parti di viale del Fante. Ma tutte sfide che possono dare, come nel 2022, il giusto slancio per ritrovare almeno il terzo posto. O magari qualcosa di più. Ecco perché aver ritrovato un pubblico numeroso e travolgente, oltre che una squadra in forma e in sintonia coi tifosi, potrebbe risultare determinante per coltivare un sogno chiamato Serie A.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli