spot_img

Palermo-Frosinone, le pagelle: Verre super al di là del gol, Di Mariano balbetta

Il Palermo pareggia contro il Frosinone e torna a muovere la classifica dopo la sconfitta di Marassi. Dopo un buon avvio degli ospiti salgono in cattedra i rosanero, che trovano un gol stupendo con Verre. Una conclusione incredibile da centrocampo che vale il vantaggio e fa esplodere il “Barbera”. Nel secondo tempo gli uomini del grande ex Fabio Grosso salgono in cattedra. I frutti arrivano con il pareggio di Boloca, poi i ciociari rischiano addirittura di passare in vantaggio. Andiamo a vedere le pagelle di Palermo-Frosinone.

LEGGI ANCHE -> Palermo, con il Frosinone è pareggio: Verre firma l’eurogol, Boloca nega la vittoria ai rosa

Palermo-Frosinone, le pagelle dei rosanero

PIGLIACELLI 6 – Il primo tiro nello specchio arriva dopo 42 minuti, a suggello di un ottimo primo tempo dei suoi. L’ex di turno si fa trovare pronto anche in avvio di ripresa, poi non può nulla sulla voleé di Boloca.

GRAVES 6,5 – La sua prima da titolare in Italia va ben oltre ogni rosea aspettativa. Ritmi compassati ma sempre giocate semplici e ottimo piazzamento. Lo stop di Nedelcearu lo costringe a passare al centro

NEDELCEARU 6,5 – Gioca la sua solita partita da gigante, affronta Moro da vero combattente e senza concedergli neanche un’occasione. Un problema occorso nel primo tempo lo costringe però ad alzare bandiera bianca (dal 61′ BUTTARO 5,5 – fa fatica e si vede, perchè non vedeva il campo da ottobre ed è entrato nel momento di massima pressione degli ospiti)

MARCONI 6 – Come a Marassi è chiamato più in aiuto a Nedelcearu che nell’1 vs 1 con un Insigne abulico. Sfodera la spada quando serve e carica i compagni. Ne viene fuori un’altra prova gagliarda e battagliera.

VALENTE 6,5 – Crea letteralmente i solchi sulla sua corsia, costringendo Frabotta e Mazzitelli a interventi anche pericolosi. Manca solo un pizzico di precisione nelle assistenze ai compagni, cala a distanza nella ripresa (dal 79′ SOLERI s.v.)

VERRE 7,5 – Per giudicare la sua partita basta la perla che stappa la partita e fa esplodere il Barbera. Al netto del gol maradoniano, l’ex Samp gioca con qualità e brillantezza tra le linee.

GOMES 6,5 – Torna in cabina di regia dopo il lungo stop e lo fa come sempre in maniera silenziosa ed efficace. Il francese è molto utile anche in fase di interdizione, soprattutto quando il Frosinone gestisce palla

SARIC 6,5 – la prova del nazionale bosniaco è solida e anche con qualche sprazzo in fase di inserimento. Con la sua fisicità argina gli inserimenti dei centrocampisti ospiti e appoggia con costanza la corsa di Valente (dal 58′ BROH 6 – alcuni recuperi palla preziosi e la qualità che può dare in una fase difficile della partita, l’ex Sudtirol non sfigura)

SALA 6 – Decisamente meno impegnato rispetto a Valente perchè il Palermo cerca di più il lato destro dell’attacco. Gioca con diligenza, senza strafare come sempre. Manca in precisione nei cross.

TUTINO 6 – l’ex Parma ha tanta voglia di fare, stimolato anche dal confronto a distanza con l’amico Insigne. Gioca con generosità e voglia, prende calci e dialoga con Brunori. Non c’è, però, la zampata giusta in zona gol (dal 58′ DI MARIANO 5,5 – entra in campo con la solita voglia di spaccare il mondo che però non porta nulla di buono alla causa sua e della squadra)

BRUNORI 6 – il capitano è un autentico capopopolo e questo forse lo rende meno lucido con il pallone tra i piedi. Sfiora il gol in apertura, poi gioca soprattutto per i compagni e per infastidire la retroguardia ciociara.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli