spot_img

Messina, Franco: “Società abbia ambizioni alte, Serie C durissima”

Domenico Franco chiama “alle armi” il Messina. L’esperto centrocampista, ospite a Lipari per l’evento dei “Bastardi di Scoglio”, ha fatto capire che si attendono novità. Soprattutto per la conferma di Giacomo Modica e del ds Domenico Roma: “Aspettiamo, noi siamo tesserati e possiamo solo attendere che arrivino le notizie, perchè purtroppo non decidiamo nulla. Ma nel calcio è fondamentale dare continuità. Oggi in molti pensano che le squadre si facciano affidandosi solo ai nomi. Soprattutto in questa categoria contano il gruppo e gli uomini. Quest’anno nella mia squadra c’erano uomini veri, per cui penso sia giusto dare seguito a questi ragazzi”.

Franco, come si legge stamani sulla Gazzetta del Sud, ha voluto sottolineare la spinta di una piazza come Messina. Una realtà che ha potuto conoscere meglio grazie agli ex giallorossi incontrati in questi giorni: “Questa piazza ha fame di calcio che viene vissuto intensamente giorno dopo giorno. Per questo immagino un futuro ambizioso. Ho 32 anni, cerco di ottenere sempre il massimo e so che Messina vale molto di più di quanto visto quest’anno. Me ne sto rendendo conto anche sentendo parlare gli ex calciatori presenti a Lipari. Raccontano le emozioni di un “Celeste” pieno. Qualcosa davvero da pelle d’oca”.

Messina, Franco studia la Serie C

Una delle certezze per il Messina che verrà si chiama Domenico Franco. Il centrocampista giocherà la sua seconda stagione in giallorosso e vuole fare bene. Ma gran parte delle ambizioni della squadra passeranno dall’impegno della società: “Rispetto alle estati del passato, trascorse con un po’ di difficoltà e alla ricerca di una nuova squadra, quest’anno sono sicuro di ripartire con il Messina considerato che ho siglato un biennale. Spero che le ambizioni della società siano alte, la città e la gente se lo meritano”.

Infine Franco ha sottolineato le insidie del Messina per il prossimo campionato di Serie C. Un Girone meridionale particolarmente duro, come abbiamo avuto modo di analizzare. “Ogni anno ci sono piazze blasonate e stavolta immagino un campionato davvero difficile. Ne siamo già consapevoli e quindi è giusto prepararsi bene sin dai primi giorni di ritiro, perchè ci sarà sicuramente da battagliare, forse anche più degli altri anni”, conclude il centrocampista.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli