spot_img

Farmitalia Catania, contro Trento per l’impresa: sfida ai campioni d’Italia

La Farmitalia Saturnia Catania va a caccia di quell’impresa che potrebbe scuotere il campionato e il cammino verso una salvezza sempre più complicata da raggiungere. La formazione etnea, infatti, riceverà tra le mura amiche la Itas Trentino Volley. Gli avversari di giornata sono anche i detentori dello scudetto, conquistato nella scorsa stagione. Si tratta di un impegno a dir poco arduo per la squadra allenata da coach Giuseppe Bua. Il match in questione è valido per la 18a giornata del campionato di Superlega Credem Banca 2023/2024.

La Itas Trentino Volley è reduce da una bella vittoria, ma questo non dovrebbe fare notizia. Gli ospiti, infatti, in questa stagione hanno ottenuti 16 successi su 17 partite giocate. Un dato che rende ancor più enorme l’impresa che la Farmitalia Saturnia Catania dovrà sostenere, se vorrà tornare a vincere un match e riaprire il discorso salvezza. Tra le altre cose domani, sabato 10 febbraio 2024, a partire dalle 18.30 si accenderanno anche le telecamere della Rai per trasmettere in diretta il match.

LEGGI ANCHE -> Meta Catania verso la Came Dosson, parlano Musumeci e Raul Rocha

Farmitalia Saturnia Catania, parla coach Bua

Il coach della Farmitalia Saturnia Catania, Giuseppe Bua, fa capire quanto sia importante questa partita. Al di là della caratura dell’avversario, i suoi dovranno giocare la partita perfetta: “Siamo totalmente proiettati a questa fase finale di Campionato. Ci stiamo preparando ad una partita difficilissima. Il nostro compito sarà quello di mantenere un buon livello di qualità, poi testa allo scontro diretto contro Padova, cosa che potremo fare solo mettendo in campo domani un’ottima prestazione contro Trento, davanti al nostro pubblico”.

Bua fa capire che la Farmitalia Saturnia Catania crede ancora nella salvezza. Tutto passa dalle prossime partite, in cui è vietato sbagliare: “I ragazzi sono motivati e hanno consapevolezza che la salvezza non è impossibile. È tutto nelle nostre mani e abbiamo l’obbligo di non lasciare niente di intentato”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli