spot_img

Catania, Lucarelli: “Abbiamo concesso poco, con la Virtus Francavilla serve l’impresa”

Cristiano Lucarelli e il Catania si tolgono un bel peso. Battuto il Crotone e volo ai quarti di finale di Coppa Italia Serie C. E non manca un ricordo doloroso quando di mezzo c’è la lotteria dagli 11 metri: “Quando ci sono i rigori ripenso automaticamente a Catania-Siena del 2018. Sono contento che siamo riusciti a sfatare questo tabù. La squadra è riuscita a recuperare tre volte lo svantaggio, siamo stati fantastici sul piano mentale”.

Il tecnico livornese ha speso belle parole per Marcos Curado. Un vero e proprio stakanovista: “Curado ha fatto 100 minuti domenica e 120 minuti stasera. Di solito non amo parlare dei singoli, ma lo voglio elogiare per il suo senso di appartenenza e per la capacità di mettersi a disposizione”.

LEGGI ANCHE -> Catania-Crotone, pagelle: Di Carmine decisivo, Deli moto perpetuo

Catania, Lucarelli analizza la prova

Lucarelli ha fatto capire che il Catania ha subìto poco. Questa la sua analisi del match contro il Crotone: “Abbiamo subìto tre gol con tre tiri in porta, anche a me piacerebbe avere una squadra così concreta. Non parlerei di sbavature, loro agivano di rimessa mentre noi facevamo la partita. Abbiamo rischiato solo una volta su una situazione di calcio d’angolo. Sono contento perchè abbiamo lottato fino alla fine, ma bisogna fare attenzione a fare letture sbagliate”.

Lucarelli ora volge lo sguardo alla prossima partita. Domenica al “Massimino” arriva la Virtus Francavilla per un’altra gara da vincere: “Questa gara sarà la più difficile, perchè chi cambia allenatore si trasforma ed è più carico. Ho chiesto ai miei ragazzi di fare un’impresa domenica. Se riusciremo a vincere manderemo un bel segnale a tutti. Ai ragazzi ho detto che devono riposare perchè arrivare in forma a domenica è fondamentale”.

L’attesa di Pelligra

Secondo Lucarelli è ancora presto per potersi godere il momento. Sicuramente le cose stanno migliorando, ma bisogna lavorare. In conclusione di conferenza stampa il tecnico del Catania ha ammesso di attendere di fare la conoscenza di Ross Pelligra. Un momento che arriverà solo tra qualche giorno: “Con Pelligra ci siamo sentiti il giorno dopo il mio arrivo per via del fusorario. Mi ha chiamato anche dopo la vittoria contro la Turris. Con Grella ho invece un rapporto quotidiano, ma il presidente prima di Natale sarà qui e lo conoscerò di presenza”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli