spot_img

Catania, i calciatori chiedono incontro alla curatela: “Stipendi mai pagati”

I calciatori del Catania chiedono chiarezza dopo il recente avvento di Benedetto Mancini in seno alla società. Il gruppo squadra a disposizione del tecnico Francesco Baldini si è affidato a un comunicato, firmato da tutta la rosa e reso noto attraverso il sito della Assocalciatori. Con questa lunga lettera i giocatori rossoazzurri chiedono maggiore trasparenza per porre rimedio a una situazione a dir poco problematica.

Le ultime notizie, infatti, rendono conto di diversi stipendi arretrati per i calciatori e per lo staff tecnico etneo. Le mensilità di novembre e dicembre dello scorso anno risultano non versate ai giocatori. Inoltre non ci sono notizie certe per quanto riguarda i primi mesi del nuovo anno. Una situazione per la quale lo stesso Baldini aveva già messo in atto un duro sfogo al termine della gara contro la Virtus Francavilla dello scorso mese di ottobre. Il passaggio del titolo sportivo nelle mani di Mancini non ha ancora portato le rassicurazioni necessarie per chi sta conducendo, con grande dignità, una stagione difficile sotto tanti punti di vista.

Catania, il comunicato dei calciatori

“Abbiamo atteso sino a oggi per prendere pubblicamente posizione sulla nostra situazione. Abbiamo dato il massimo sul campo mostrando la nostra professionalità ed estraniandoci dalle quotidiane preoccupazioni. Molti di noi, con famiglie a carico e lontani da casa, hanno dovuto fare l’impossibile per superare gravi difficoltà economiche. In tutta questa situazione abbiamo più volte chiesto chiarimenti alla Curatela Fallimentare, che non ha mai risposto alle nostre richieste. In particolare, abbiamo richiesto che ci venisse spiegato perché, pur in presenza di importanti fideiussioni a garanzia dei nostri stipendi (prestate dalla Società all’atto dell’iscrizione al campionato), le stesse non siano state utilizzate per pagarci le retribuzioni arretrate di novembre e dicembre. Oggi ci troviamo di fronte a una situazione economica complessa visto che, rispetto ai nostri colleghi delle altre società, ci è negata la possibilità anche solo di agire giudizialmente per il recupero delle retribuzioni arretrate, in virtù del fallimento della società. A questo punto, stante l’assenza di risposte, siamo a richiedere pubblicamente un formale incontro con la curatela del fallimento per comprendere quali saranno gli sviluppi futuri e cosa dobbiamo attenderci dalla prospettata vendita del ramo sportivo del Calcio Catania”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli