spot_img

Akragas, Deni: “Politica disattenta, vogliamo gestione dello stadio Esseneto”

Il presidente dell’Akragas, Giuseppe Deni, ha voluto dare ufficialmente il via alla nuova stagione di Serie D 2023/24. Una stagione che si prospetta fortemente ambiziosa per i biancazzurri, dopo un mercato importante e fatto di giocatori che hanno alle spalle anni di professionismo. Uno su tutti quel Gianluca Litteri, in cerca di rilancio dopo l’esperienza col Catania dello scorso anno. Il presidente Deni ha parlato direttamente alla squadra, con i canali ufficiali della società a riportare le parole del massimo dirigente.

Akragas, Deni: “Questa piazza importante, manterremo gli impegni”

Queste le parole del patron Deni: “L’Akragas è una realtà importante, nel passato ha calcato palcoscenici calcistici importanti ed è ripartita dopo il fallimento. Abbiamo ripreso le redini della squadra 2 anni fa, riuscendo un po’ per bravura e un po’ per fortuna a riportare l’Akragas in Serie D”.

Deni descrive attentamente quelle che sono le sue idee sul progetto Akragas: “Oggi si respira un’aria che compete al blasone di questa squadra. Quando ho acquisito il titolo ho detto poche, che ripeterò. Non è più tempo dei presidenti mecenati: qualcuno voleva candidarsi a sindaco, altri finire sui giornali e poi lasciavano la squadra. La mia idea di calcio è quella di prendersi la responsabilità di 30-35 famiglie che vivono di questo lavoro e che siano rispettati, mantenendo gli impegni”.

Deni: “Vogliamo la gestione dello stadio, serve politica attenta”

Deni recrimina per la lontananza della politica locale dalla squadra biancazzurra: “Vogliamo formare un’azienda calcio che viva di luce propria, che crei le condizioni per permettere alla squadra di camminare con i propri piedi. Ad Agrigento abbiamo avuto una politica disattenta nei confronti della squadra. Da anni chiediamo la gestione del campo e finora non ci siamo riusciti. Ma lo scorso anno siamo riusciti a portare allo stadio 6000 persone e quindi siamo una realtà”.

“Serve una politica attenta alle nostre esigenze”, dice Deni, “ritengo che oggi si apra una stagione di collaborazione con l’amministrazione, che possa darci gli strumenti di lavoro, ovvero il campo in cui giochiamo, adeguato alle nostre prospettive”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli