spot_img

Velodromo di Palermo, si riparte. Anello: “Apriamo a calcio e ciclismo”

Non solo il Palermo CFA ha potuto vivere una grande giornata. In città, infatti, ha rivisto la luce uno degli impianti che a lungo hanno rappresentato lo stato di incuria e di trascuratezza da parte delle precedenti amministrazioni comunali. Stiamo parlando del Velodromo “Paolo Borsellino” di Palermo, che domenica 7 aprile 2024 è tornato a ospitare un evento sportivo. Stiamo parlando della partita di football americano tra gli Eagles e il Napoli. Una grande soddisfazione e una bella opportunità.

Con un lungo comunicato, l’assessore allo Sport Alessandro Anello ha salutato con soddisfazione questo evento. “Oggi – si legge – abbiamo riconsegnato il Velodromo intitolato a Paolo Borsellino allo sport dopo un decennio di attesa con la prima partita ufficiale del campionato nazionale di football americano e la nostra squadra di casa, gli Eagles United Palermo, ma stiamo aprendo l’impianto anche alle società di calcio e in prospettiva pure al ciclismo con un progetto a medio termine in sinergia con la Federazione nazionale ciclismo per una nuova pista che renderà la struttura di via Lanza di Scalea all’avanguardia in Italia e in Europa“.

Riapre il Velodromo di Palermo

Anello prosegue nel suo lungo intervento a proposito della riapertura del Velodromo di Palermo. L’assessore sottolinea l’importanza delle strutture dedicate allo sport per la cittadinanza: “Gli impianti sportivi sono un patrimonio della città e come amministrazione comunale con in testa il sindaco Lagalla, che ringrazio per la fiducia, siamo al lavoro per rimettere in funzione tutte le strutture dopo anni di incuria. Gli interventi al velodromo hanno riguardato per prima cosa il manto erboso in erba sintetica con un trattamento al quarzo che ha permesso l’omologazione da parte della Federazione italiana di football americano”.

Infine l’assessore allo sport del capoluogo ha indicato i prossimi interventi che verranno effettuati al Velodromo di Palermo: “Insieme con l’Amg abbiamo inoltre provveduto a tutte le certificazioni elettriche, mentre negli spogliatoi sono stati sistemati gli impianti idrici. Intanto, continuano i lavori sui servizi igienici della tribuna scoperta. Contiamo di ultimarli in tempi rapidi in modo da potere ottenere l’agibilità al pubblico per seimila posti. Più tempo, invece, servirà per la manutenzione della tribuna coperta con un progetto di riqualificazione che costerà circa 650 mila euro. La nuova pista per il ciclismo, invece, costerà circa 380 mila euro. Tempi brevissimi, infine, per aprire al mondo del calcio“.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli