spot_img

Ternana Palermo (risultato 1-1), highlights: Lucioni non basta, ancora crisi rosa

Il Palermo non riesce a tornare a vincere in casa della Ternana: il risultato finale del match valido per la quattordicesima giornata di Serie B è di 1-1. I rosanero con un pizzico di fortuna erano riusciti ad andare in vantaggio nel primo tempo con Lucioni, ma le Fere non hanno mai smesso di crederci e nella ripresa hanno agguantato il pari con Casasola. La squadra di Eugenio Corini non è riuscita a cambiare l’esito della gara neanche dopo un quarto d’ora in superiorità numerica.

I siciliani portano così a casa soltanto un punto e scivolano sempre più in basso nella classifica di Serie B: adesso il Palermo è quarto, superato dalla Cremonese e agganciato da Como e Catanzaro. Non si può dire che la crisi di risultati per i rosanero si sia interrotta.

Ternana Palermo: le formazioni ufficiali

È Ternana Palermo dopo la sosta per le Nazionali. Gli ospiti devono fare i conti con qualche assenza di troppo, mentre i padroni di casa non si discostano molto dall’undici iniziale delle scorse gare. Il tecnico Roberto Breda nel suo 3-4-1-2 conferma Lucchesi, Capuano e Diakitè davanti a Iannarilli. A centrocampo ancora fasce affidate a Corrado e Casasola, mentre in mezzo ad affiancare Labojko questa volta è de Boer. Inamovibile Falletti, ex del match, che guarda le spalle a Di Stefano e Raimondo.

Anche Eugenio Corini, nel suo 4-3-3, conferma in toto la difesa, con Pigliacelli in porta, Mateju e Lund ai fianchi di Lucioni e Marconi, quest’ultimo chiamato ancora a sostituire l’infortunato Ceccaroni. Il trio di centrocampo è composto da Gomes, Coulibaly e Stulac. In panchina pronti a subentrare Henderson e Segre. In avanti scelte costrette date le assenze di Insigne, Di Francesco e Soleri, con Di Mariano e Mancuso che si schierano al fianco di Brunori.

Ternana Palermo, rosa in vantaggio: risultato 0-1 al 45′

L’avvio di Ternana Palermo è stato a tinte rossoverdi. Al primo pallone giocato c’è un erroraccio di Mateju che spiana la strada a Falletti, il quale salta la difesa rosanero e va al tiro. Pigliacelli la mette in calcio d’angolo, su cui le Fere non riescono a rendersi pericolose. Sarà soltanto il primo di una lunga serie, su cui però il reparto arretrato dei rosanero è attento.

La squadra di Eugenio Corini all’inizio fa tuttavia molta fatica a uscire dalla propria area. Tant’è che al 5’ Falletti mette un cross rasoterra al centro dell’area all’indirizzo di Corrado, su cui arriva la chiusura di Di Mariano che, seppure fuori dal suo ruolo, si rivela provvidenziale. L’uomo in più della Ternana in avvio è sicuramente il numero 10, tra l’altro ex del match.

Il match col passare dei minuti si fa più equilibrata. La prima occasione per il Palermo arriva al 12’ con Brunori che apre per Mancuso, il quale si sposta il pallone sul sinistro per aggirare la difesa avversaria e va al tiro. Iannarilli però è ben piazzato e la mette fuori. Il calcio d’angolo non ha effetti, ma poco dopo i rosanero se ne guadagnano un altro. A batterlo è Di Mariano e ci arriva Lucioni, che mette il pallone alto sopra la traversa. 

La Ternana tuttavia non molla. Al 20′ Raimondo sfodera una conclusione insidiosa in diagonale col sinistro, su cui Pigliacelli è costretto ad allungarsi. Sulla respinta non ci arriva Falletti, che viene chiuso da Lund in scivolata. Poco dopo anche Di Stefano e de Boer provano in tiro ma senza rendersi pericolosi.

I siciliani soffrono le ripartenze in velocità degli avversari, ma riescono ad arginarle come possono. Al 25’ Pigliacelli rischia di combinare un pasticcio non trattenendo un pallone su un cross innocuo di Corrado, ma le Fere non ne approfittano e l’estremo difensore riesce a ritrovare la sfera coi piedi a e spedirla lontano dalla porta. Qualche minuto e c’è l’ennesima occasione fallita da Di Stefano.

La fortuna insomma gira dalla parte del Palermo e gli fa prendere coraggio. Al 28′ Corrado commette un fallo su Di Mariano che se ne stava andando verso la porta. Il calcio di punizione viene battuto da posizione interessante da Stulac, che però trova il muro degli avversari. Sulla respinta si avventa Lund, il cui mancino è debole e non spaventa i padroni di casa.

La squadra di Eugenio Corini però resta in attacco e agguanta una serie di calci d’angolo. È proprio su uno di questi, battuto da Stulac, che al 31’ arriva il gol di Lucioni, bravo a inserirsi e a spedire il pallone in rete con un colpo di testa. Il vantaggio accende la lampadina ai rosanero, mentre le Fere accusano il colpo.

Gli ospiti sfiorano subito il raddoppio con Iannarilli che legge malissimo un cross dalla destra e a sinistra arriva Lund a colpire a botta sicura di testa, ma la Ternana si salva sulla linea. Al 37′ arriva poi la traversa di Brunori, servito da Mateju che aveva recuperato un pallone in area avversaria. Il sinistro del capitano è forte ma centra il legno.

La reazione della Ternana arriva al 40′ su un calcio d’angolo. Il pallone arriva a Casasola che approfitta di una disattenzione della difesa avversaria per colpire di testa da due metri. A non farsi trovare impreparato però è Pigliacelli, che col ginocchio respinge, compiendo un vero e proprio miracolo.

Nel finale ci sono le ammonizioni per Coulibaly e Mateju, poi Di Mariano recrimina un calcio di rigore per un presunto fallo subito in corsa da Capuano. L’arbitro Rutella e il VAR però sono concordi nel non concedere il penalty ai rosanero. Il risultato di Ternana Palermo all’intervallo è di 0-1. I padroni di casa hanno avuto più occasioni, ma gli ospiti le hanno sfruttate meglio.

Ternana Palermo, risultato finale 1-1

Ternana e Palermo rientrano in campo per il secondo tempo del match senza che i due allenatori abbiano attuato sostituzioni all’intervallo. Entrambi sono soddisfatti della prestazione dei loro giocatori. I padroni di casa però sono costretti a rincorrere, mentre gli ospiti a difendere il vantaggio.

Le prime occasioni però ce le hanno proprio i rosanero, prima con Stulac e poi con Brunori. In entrambi i casi non impensieriscono Iannarilli. È così che le Fere crescono con lo scorrere del cronometro, andando assiduamente a caccia del gol del pari. Alcuni tentativi arrivano da calcio d’angolo, ma come nel primo tempo senza esito.

Al 55′ c’è anche un tiro di Raimondo respinto da Pigliacelli, ma viene segnalata una posizione di fuorigioco. L’occasione più clamorosa arriva pochi minuti dopo con Marconi e Luconi si fanno abbindolare da Di Stefano, che li salta e va al tiro. La sua conclusione a incrociare esce di poco a lato del palo. 

La squadra di Eugenio Corini in questa fase di gioco però resta molto bassa e fa fatica ad uscire dalla propria area, come era stato in avvio del match. È in virtù di ciò che l’appuntamento col gol del pari per la Ternana è solo rimandato. Al 63′ Corrado serve Casasola, che spedisce il pallone in rete. Il guardalinee alza la bandierina e segnala il fuorigioco dell’assistman, ma la posizione viene verificata dal VAR, che ribalta la sua decisione. È 1-1.

È tutto da rifare per il Palermo, che in pochi minuti cambia completamente volto. Entrano Buttaro, Segre ed Henderson per Mateju, Coulibaly e Stulac. Nella Ternana invece Pyyhtia rileva de Boer. Il difensore rosanero è subito costretto a coprire gli spazi, dato che i padroni di casa ci credono. Al 71′ i rossoverdi chiedono anche un calcio di rigore per un presunto fallo di mano proprio del numero 25, ma il suo braccio era attaccato al corpo e il direttore di gara lascia correre.

Le Fere spingono, ma la partita si mette per loro in salita alla mezz’ora della ripresa. Corrado arriva infatti in ritardo su Di Mariano e, come era accaduto nel primo tempo, si prende un giallo, che questa volta vale però l’espulsione. I padroni sono costretti a giocare l’ultimo quarto d’ora del match più il recupero in dieci. È un momento di confusione con Raimondo che commette un fallo su Lund e si prende un’altra ammonizione.

Il tecnico Roberto Breda è costretto a rimaneggiare la sua formazione. Dentro va Celli al posto di Di Stefano. Negli ospiti invece esce Di Mariano, sostituito da Valente. Nonostante l’inferiorità numerica la Ternana tuttavia non rinuncia ad attaccare, seppure con delle conclusioni altissime. Il Palermo da parte sua fa fatica a creare occasioni, sebbene si siano aperti più spazi. Entra intanto anche Aurelio, che rileva Lund. Ultimo cambio anche nei padroni di casa: fuori Casasola per Favasuli.

Il finale del match è confusionario: tanti passaggi sbagliati e pochissima lucidità da ambo le parti. Se per le Fere la causa può essere attribuita all’inferiorità numerica, i rosanero hanno poche scusanti. Nei minuti di recupero Brunori si gira in area e prova a concludere, ma il pallone termina a lato del palo. Nulla da fare. Il risultato finale di Ternana Palermo è di 1-1.

Ternana Palermo: gli highlights

Di seguito gli highlights di Ternana Palermo, match di Serie B terminato sul risultato di 1-1.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli