spot_img

Palermo, Mignani: “Con la Sampdoria vittoria meritata, alleno un gruppo sano”

È un Michele Mignani raggiante quello che si presenta in sala stampa al termine della sfida tra Palermo e Sampdoria. Contro i genovesi, la squadra della sua città, il tecnico raccoglie la prima vittoria casalinga da tecnico dei rosanero. Una vittoria meritata per la mole di gioco creata. Ma anche un successo che proietta in semifinale dei playoff di Serie B. Così il tecnico a fine gara: “Il Palermo oggi ha vinto meritatamente. L’atteggiamento e la voglia messi in campo hanno premiato con occasioni e gol. Avevamo voglia di passare il turno, si è visto. I ragazzi hanno interpretato bene la partita. Abbiamo cambiato qualcosa, ma sono convinto che chiunque avesse giocato avrebbe vinto”.

Lo step mentale

Mignani aveva a lungo parlato dei limiti mentali di un Palermo che aveva solo bisogno di sbloccarsi. E così, come si poteva immaginare dopo il successo scacciacrisi contro il Sudtirol, oggi si è vista la svolta. Una svolta che il tecnico saluta così dopo la netta vittoria sugli uomini di Pirlo: “Lo step mentale l’ho visto oggi sul campo. Rispetto alle ultime gare casalinghe l’atteggiamento è stato diverso, si sentiva l’importanza della gara. Il pubblico ci ha dato un gran supporto. È stato un insieme di cose. È stata una partita diversa rispetto alla mia prima qui contro la Sampdoria”.

LEGGI ANCHE -> Palermo Sampdoria, pagelle: Segre domina, Marconi si prende la rivincita

Palermo-Sampdoria, Mignani elogia Diakitè

Da Mignani arrivano elogi importanti per Salim Diakitè e Ivan Marconi. Il primo ha stappato la partita con un gol per tempo. Il secondo, entrato al posto di Ceccaroni, ha fornito una grande prestazione: “Diakitè è un giocatore che abbiamo schierato più alto rispetto alle prime partite. I gol di oggi sono entrambi su azione, quello di Bolzano era su palla inattiva. Faccio i complimenti anche a Marconi, è entrato senza riscaldamento e aveva giocato poco finora. Ha dato dimostrazione di grande attaccamento alla maglia. Il nostro è un gruppo sano, anche se nell’ultimo periodo si era un po’ perso”.

A proposito di Marconi, preoccupano e non poco le condizioni di Pietro Ceccaroni. Il difensore era stato recuperato per i playoff ma è uscito dopo un quarto d’ora. Così Mignani sull’ex Venezia: “Ceccaroni è stato bene tutta la settimana. D’accordo con lo staff medico pensavamo fosse disponibile. Non credo abbia qualcosa di grave, solo un risentimento del precedente problema. Verrà valutato, probabilmente non sarà disponibile lunedì”.

Il Palermo, secondo Mignani, sta bene. E la conferma è arrivata dalla gara di stasera contro la Sampdoria: “Nella partita con l’Ascoli la squadra aveva fatto vedere ottimi dati dal punto di vista fisico. Stiamo bene. Giocare di sera davanti a 35 mila persona ai playoff è uno stimolo in più. Le due cose si uniscono. Vasic e Di Mariano sono disponibili. Sono due ragazzi che sprizzano energia. Non avranno i 90’ ma ci sono”.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli