spot_img

Alice Mangione argento agli Europei di atletica: da Niscemi alla 4×400 a Roma 2024

Arriva la prima soddisfazione per la Sicilia agli Europei di atletica leggera 2024 in corso di svolgimento a Roma. A portarla è Alice Mangione, la quale ha portato a casa una medaglia d’argento. La gara era quella della staffetta 4×400 mista, in cui l’atleta siciliana è stata autrice di un’ottima frazione, importante per consentire agli azzurri di piazzarsi in seconda posizione. L’atleta classe 1997 ha contribuito alla conquista di questo piazzamento, insieme agli altri tre staffettisti, ovvero Luca Sito, Anna Polinari e Edoardo Scotti.

Alice Mangione fin da giovanissima ha ottenuto i suoi primi piazzamenti di spessore. Agli Europei Under 20 del 2015 a Eskilstuna in Svezia aveva vinto un argento sempre nella 4×400, ma di genere femminile. Tre anni dopo nella stessa specialità ha conquistato la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo Under 23 di Jesolo. Al suo debutto tra i “pro” ha ottenuto un oro ai World Relays di Chorzow in Polonia, per il suo primo titolo nella 4×400 mista. Il 2023 è stato in un certo senso un anno magico. Nel giro di poche settimane ha conquistato un argento nella 4×400 femminile agli Europei indoor di Istanbul e l’oro a squadra ai Giochi Europei sempre in Polonia.

Alice Mangione argento a Roma 2024

La 4×400 mista degli Europei di atletica leggera di Roma 2024 è partita per l’Italia con la frazione di Luca Sito. L’azzurro ha spinto forte, riducendo il gap dalle nazioni favorite, fino a presentarsi al passaggio del testimone in zona podio. Poi è stata la volta di Anna Polinari, che è scattata dalla seconda posizione virtuale e ha cercato di allungare contro Olanda e Irlanda. Così il quartetto italiano è arrivato a metà gara sempre al secondo posto.

LEGGI ANCHE -> Europei Atletica, Cus Palermo forza tre: convocati Meli e gli Zoghlami

La terza frazione è stata quella di Edoardo Scotti. Il quattrocentista nativo di Parma ha conteso la prima posizione a un Belgio che è partito fortissimo al secondo cambio del testimone, mentre l’Olanda è scivolata un po’ più indietro. Così l’ultimo passaggio vede ancora l’Italia in zona podio, prima che venisse la volta di Alice Mangione. La runner nativa di Niscemi ha tenuto il contatto con le due avversarie per la vittoria, ma si è dovuto accontentare di un ottimo secondo posto.

Il crono complessivo ha regalato sia il record italiano nella disciplina, che la qualificazione ai Giochi Olimpici di Parigi 2024. Dunque avremo un’altra siciliana alle Olimpiadi. Nei prossimi giorni renderemo noto il plotone isolano che sarà presente nella Capitale francese.

- Advertisement -spot_img

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli