Elia palermo perugia pagelle Torino probabili formazioni frosinone

Il Palermo sconfigge il Perugia per 2-0 e parte nel migliore dei modi nel campionato di Serie B 2022/2023. La formazione rosanero consente anche a Eugenio Corini di esordire con una vittoria, nella sua seconda esperienza da allenatore al “Barbera”. A proposito dello stadio di viale del Fante, prosegue la striscia positiva del Palermo tra le mura amiche, dopo la lunga fila di vittorie ottenute in Serie C tra regular season e playoff. Un successo maturato con una rete per tempo. Nella prima frazione un calcio di rigore di Brunori ha sbloccato il punteggio. Nella ripresa è arrivato il raddoppio firmato da Elia, che già nel primo tempo aveva trovato il gol, annullato però per fuorigioco. Andiamo a vedere le pagelle di Palermo-Perugia a cura della redazione di Sporticily.it.

LEGGI ANCHE -> Palermo, buona la prima: Perugia battuto da Brunori ed Elia. “Barbera” sempre più fortino

Palermo-Perugia, le pagelle rosanero

Pigliacelli 6 – Ordinaria amministrazione per il portiere del Palermo, dato che il Perugia dopo essere rimasto in dieci è riuscito a creare poche occasioni, soprattutto nel primo tempo. Le uniche vere e proprie occasioni pericolose sono state due. Una al 62’ quando Melchiorri da posizione defilata ha accarezzato il palo e l’estremo difensore non ha potuto fare altro che rimanere a guardare, l’altra all’80’ su un calcio piazzato da posizione interessante su cui ha smanacciato a dovere.

Buttaro 6 – Anche lui non ha dovuto spendersi molto in questa partita, dato che in fase difensiva le insidie sono state poche e in quella offensiva ha trovato la grande mano di Elia. La prestazione è stata comunque sufficiente. Nel finale si rispolvera anche attaccante e va a caccia del gol con un tiro sul secondo palo, prendendosi il rimprovero dei compagni per non avere messo la palla al centro.

Nedelcearu 5,5 – Poco impegnato anche il nuovo centrale di difesa del Palermo, almeno per una ampia parte della gara. Nel secondo tempo però rischia di macchiare la sua prova con un errore in disimpegno che stava per spianare a Melchiorri la via del pareggio. È fortunato perché il giocatore sbaglia. Nel finale si prende anche un giallo.

Marconi 6,5 – Un guerriero per 90’. Fa la difesa da padrone e non si risparmia, nonostante sia costretto a giocare per tutta la partita con una fasciatura alla testa per un colpo subito nel primo tempo. Nel secondo tempo è protagonista anche di un bel salvataggio in area su un tiro avversario, che ha risparmiato il lavoro a Pigliacelli.

Sala 6 – Il nuovo innesto del Palermo offre per un tempo abbondante una ottima spinta sulla corsia di sinistra, che i compagni sfruttano a dovere. In avvio di ripresa soffre un po’ le iniziative del Perugia e mister Corini decide di sostituirlo. Probabilmente deve ancora trovare la condizione migliore, ma le premesse sono buone. (Dal 65′ Crivello 6 – Viene chiamato in causa per cercare di dare maggiore fisicità sulla fascia sinistra, viste le difficoltà di Sala. L’ex Frosinone si destreggia bene e tenta anche un paio di uscite palla al piede. Buon impatto per lui).

Damiani 6,5 – Il pupillo di Baldini si ritrova praticamente l’unica soluzione a disposizione di Corini per un centrocampo al momento ridotto all’osso, ma non si fa impaurire e risponde presente difendendo un gran numero di palloni e provando a smistare tra i reparti. La prestazione è lodevole e di sacrificio. Non è dato sapere se sarà al centro dell’undici titolare delle prossime partite, ma cercherà di giocarsi certamente le sue carte.

Broh 7 – Il centrocampista può definirsi l’innesto a sorpresa della sessione estiva del calciomercato del Palermo. Non del tutto ben accolto dalla piazza, finora è riuscito a stupire tanto che adesso può giocarsi una maglia da titolare. Anche oggi lo ha dimostrato per 90’, lottando su ogni pallone e guadagnandosi anche qualche fallo utile a rifiatare. Il tecnico Corini sa che potrà contare su di lui, nonostante siano previsti altri arrivi nel reparto. La prova è ampiamente superata.

Elia 8 – È alle prime partite con la maglia del Palermo ma sembrerebbe avere trovato una intesa perfetta coi nuovi compagni. Il VAR nel primo tempo gli nega la gioia del gol per un fuorigioco millimetrico, ma lui nel secondo tempo se la riprende con un tiro freddo davanti al portiere. Ha dimostrato di avere grande personalità e voglia di dare il meglio di sé per la sua squadra davanti ad un pubblico entusiasmante. (Dall’89’ Pierozzi s.v.)

Floriano 7 – Un primo tempo ad altissimi ritmi per il numero 7 del Palermo, che per l’occasione indossa la fascia di capitano e le rende onore. La rete dell’1-0 porta la sua firma. È lui che al 23’ in contropiede serve Brunori al centro dell’area, scatenando l’azione dell’espulsione di Lisi. Al 42’ riprova a trovare l’intesa con il bomber servendogli un ottimo pallone, che però viene sprecato. All’intervallo mister Corini decide di farlo uscire per fare posto a Soleri, anche perché ammonito (per un fallo evitabile nella metà campo avversaria). La sua autonomia è ridotta, ma la prestazione è preziosa.
Dal 46′ Soleri 6 – Una partita come al solito di grande generosità da parte dell’ex Padova, che prova a inserirsi a partita in corso nei dialoghi dei compagni di reparto. A differenza delle altre volte però non serve la sua zampata, anche per una serata in cui Edoardo non sembra ispirato. Il bomber della panchina deve ancora svegliarsi.

Valente 5,5 – Una prestazione sottotono per il numero 30, che non ha ancora trovato la condizione migliore. Oggi non riesce a spiccare e non è certamente quel giocatore a cui ci ha abituati nei momenti migliori. Non resta altro che attendere che torni a brillare.
Dal 60′ Stoppa 6 – Buon impatto sulla Serie B per il talento di casa Samp. Tecnica e personalità non gli mancano, tanto da cercare l’incursione personale che non si coniuga con il gol del possibile 3-0. Una pedina importante per Corini.

Brunori 7,5 – Un gol e un assist sono un bottino soddisfacente per il bomber del Palermo, che alla prima di Serie B risponde coi fatti a coloro che ancora si chiedono se sia adatto per questa categoria. Prima con un tiro idilliaco dal dischetto, poi con un lancio in profondità al millimetro per Elia. L’intesa con i compagni, sia ritrovati che nuovi, è ottima. L’innesto del numero 77 sembrerebbe avergli fatto bene. L’obiettivo adesso è dare continuità alle prestazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here